Volkswagen taglia la gamma, meno diesel e benzina e margini maggiori

385 0
385 0

Cambio di scenario radicale in Volkswagen. Il Gruppo di Wolfsburg cambia la strategia commerciale. Meno auto prodotte, gamma più asciutta, ma più profittevole. Daranno perseguiti i margini, non la crescita dei volumi e le quote di mercato.

Parole e musica di Arno Antlitz, direttore finanziario del colosso VW, al Financial Times. “Siamo concentrati sulla qualità e sui margini. Nei prossimi anni taglieremo i modelli offerti dai nostri Marchi (Volkswagen, Audi, Skoda e Seat i principali per volumi) in Europa con motori benzina e diesel. Da 100 modelli faremo una riduzione del 60%”.

Arno Antlitz
Arno Antlitz

Un salto epocale, che porterà il Gruppo a orientare il cuore della produzione di vetture premium, che porteranno maggiore guadagni.

Addio, letteralmente, alle “auto del popolo”? Che fine farà la gamma popolare?

Non sarà proprio così, ma la corsa al primato delle vendite, ossessione per decenni, sarà sostituita dalla caccia dei guadagni. Come sono riuscite a fare nel 2021 BMW e Mercedes, che hanno venduto meno macchine, ma con margini da primato storico.

E ormai tutti i Costruttori sanno che con le auto elettriche le vendite non aumenteranno. La chiave sarà aumentare gli utili.

Leggi ora: Volkswagen Taigo, la prova di QN motori

Ultima modifica: 8 aprile 2022