Volkswagen spinge Porsche verso la Borsa

362 0
362 0

Un’altra sgommata e Porsche si ritroverà presto quotata in Borsa. Ad annunciarlo è la casa madre, Volkswagen, che parla in una nota di «discussioni avanzate» su una potenziale Ipo del brand di lusso. Da tempo si parla di una possibile quotazione della società automobilistica di Stoccarda e l’operazione sembra diventare di giorno in giorno più concreta.

Le parti hanno negoziato un accordo quadro che servirà da base per la preparazione del progetto. Volkswagen sottolinea però che per il momento una decisione finale non è ancora stata presa: l’in-tesa finale dovrà ricevere il via libera del board delle due società. «La possibilità che un accordo quadro sia concluso, e il suo contenuto, sono questioni attualmente aperte e dipendono dall’approvazione dei Cda di entrambe le parti», mette in evidenza Volkswagen.

Il mercato ci crede, tanto che ieri il titolo di Volkswagen è arrivato a guadagnare quasi 10 punti, in controtendenza rispetto al listino, ma le valutazioni di un’operazione di questo genere non sono univoche: si parla di una cifra tra i 45 e i 90 miliardi di euro, mentre l’intero gruppo ha una capitalizzazione di mercato di circa 112 miliardi. L’obiettivo di un’eventuale quotazione dovrebbe essere trovare fondi per sostenere le ambizioni del gruppo sul fronte dei veicoli elettrici, su cui Volkswagen conta di concentrarsi completamente a partire dal 2025.

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia e alla crisi dei semiconduttori, nel 2021 Porsche ha immatricolato ben 301.915 veicoli a livello globale, in rialzo dell’11% rispetto al 2020. «La domanda rimane alta e gli ordini sono robusti, quindi iniziamo il 2022 con slancio e fiducia in tutte le regioni», aveva detto alla pubblicazione dei dati Detlev von Platen, responsabile delle vendite e marketing di Porsche Ag.

Porsche è di VW

Le famiglie Porsche e Piech, che controllano Porsche Se, maggiore azionista di Volkswagen, con una quota del 31,4% e il 53,3% dei diritti di voto, sembrano aperte all’idea della quotazione. In una nota separata, Porsche Se ha fatto sapere che potrebbe acquistare azioni ordinarie di Porsche Ag in caso di quotazione.

Nata nel 1931 a Stoccarda dal fondatore Ferdinand Porsche, dal 2012 il capitale sociale di Porsche è interamente posseduta da Volkswagen. La storia delle due case è strettamente legata, con la prima Volkswagen che venne progettata proprio dall’ingegnere Porsche nel 1934. Dal 1951 la produzione delle Porsche è stata trasferita dall’Austria a Stoccarda, nel distretto di Zuffenhausen.

Elena Comelli

Ultima modifica: 23 febbraio 2022