Volkswagen Golf NFT, arrivano i non-fungible token

922 0
922 0

Volkswagen Golf NFT, un “nuovo modello”, è stato anticipato da un bozzetto sui social. Il Costruttore di Wolfsburg ha lanciato l’acronimo annunciandolo come Notably Fast Transporter, ma è chiaro il riferimento al mondo delle criptovalute e nello specifico ai non-fungible token. Un elemento nuovo, di tendenza.

Il post annuncia che febbraio arriverà la prima Golf in formato NFT. Una collezione di questo tipo, con contenuti digitali unici, di alto valore nella rete in cui vengono scambiati, è già stata lancia da Volkswagen in Malesia con Arteon, la berlina coupé. Probabilmente l’iniziativa sarà ripetuta su altri modelli.

NFT: comincia a piacere nel mondo auto

La VW non corre certo da sola. Altri Marchi, quali Alpine, Lamborghini e Nissan, hanno già mosso i primi passi. Nissan nello specifico ha calato sul suo asso con una GT-R NFT abbinata ad una reale GT-R Nismo Special Edition.  Una supersportiva speciale.

Le opere digitali vengono scambiate sulla rete e al “creatore” arriva una parte del compenso ogni volta che viene completata una transazione. Il procedimento piace, i beni “non materiali” sono un oggetto di interesse.

Leggi ora: Golf 8 TDI, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 18 gennaio 2022