Trasporto animali: quali sono autorizzati nel camper

1913 0
1913 0

Quali sono le regole sancite dal codice della strada che stabiliscono in che modo debba avvenire il trasporto degli animali sugli autoveicoli?

In questo articolo, si cercherà di rispondere a tale quesito. In particolar modo, si analizzerà il caso di trasporto di animali sui camper, situazione molto frequente specie d’estate.

Animali sui camper: cosa dice il codice della strada

 

Al momento della partenza per le vacanze, uno dei diversi problemi che si deve affrontare è quello relativo al trasporto di animali . Un problema, si sente di aggiungere, da affrontare, in quanto non è pensabile  rafforzare la pessima abitudine di lasciare gli animali in mezzo ad una strada, segno di inciviltà e di grande mancanza di umanità.

Vediamo allora quali sono le regole da rispettare se si vogliono trasportare animali domestici sui veicoli da strada. In particolare quali regole prevede il codice civile e il codice stradale in merito al trasporto di animali domestici in un camper, veicolo oltre modo utilizzato per le vacanze per la sua grandissima duttilità.

Si dica subito che per i camper non sono previste norme in merito diverse da quelle previste per tutti gli altri autoveicoli. Prima di tutto non è possibile trasportare l’animale sul sedile anteriore e comunque a ridosso della cabina di guida. E questo per ovvie ragioni. Una frenata, un urto o qualsiasi altro evento occasionale può innescare reazioni da parte dell’animale istintive che possono disturbare la guida del conducente mettendo a rischio l’incolumità di tutte le persone e dell’ animale stesso a bordo in quel momento.

Se l’animale è solo uno, va collocato sui sedili posteriori: nel caso del camper si tratta della cellula abitativa. Se invece gli animali sono più di uno, il codice della strada all’articolo 169, prevede che il trasporto avvenga sempre sui sedili posteriori ma in questo caso in apposite gabbie o contenitori. La regola vale per tutti gli autoveicoli compresi quindi i camper. Sempre in questo caso, se non si vuole far viaggiare il proprio animale in spazi troppo angusti, è possibile creare nel vano posteriore dell’autoveicolo uno spazio apposito per gli animali, a condizione che venga separato tramite un divisorio dai sedili dell’autoveicolo e dallo spazio abitato dalle persone.

Il codice della strada prevede che l’animale venga rispettato per le sue esigenze fisiologiche. Quindi è necessario fare le fermate opportune per permettergli di sgranchire le gambe, e assicurare che il gabbiotto nel quale viene inserito abbia un buon ricircolo d’aria.

 

Ultima modifica: 1 Agosto 2018