Tesla Boombox, richiamo per 600.000 auto in USA per gli avvisi acustici

270 0
270 0

Richiamo per molte Tesla negli Stati Uniti. L’agenzia federale governativa NHTSA, la National Highway Traffic Safety Administration che fa parte del Dipartimento dei trasporti, ha annunciato il richiamo di 594.717 vetture del Marchio californiano per un aggiornamento al Boombox, il sistema di altoparlanti esterni di avviso.

Tesla Model 3

Consiste in una ottimizzazione del software del Boombox, che da uno speaker potrebbe celare gli allarmi audio per i pedoni, incrementando il rischio di un sinistro. Il Boombox era già stato oggetto di un recente richiamo. Ovvero a inizio febbraio, per lo stesso motivo, che evidentemente non ha riscosso esito definitivo.

Son rimasti coinvolti tutti i modelli prodotti da Tesla. Ovvero Model S, Model X e Model Y assemblate tra il 2020 e il 2022 e le Model 3 costruite tra il 2017 e il 2022. Quindi su un intervallo più lungo, per quando riguarda il modello d’ingresso nella gamma.

Boombox, richiamo risolto via etere

La Casa al solito agirà via etere con un aggiornamento OTA, a mettere fine al problema. Nel 2022 il richiamo più importante è stato il 1° febbraio, con un intervento, sempre over-the-air, per risolvere una potenziale problema alle cinture di sicurezza, esposte al rischio della disattivazione del segnale acustico di allacciamento. Ha coinvolto ben 817.143 Tesla, un numero molto elevato, per un problema risolto.

Leggi ora: Tesla Model Y, la prova di QN Motori del crossover elettrico

Ultima modifica: 19 aprile 2022