Sicurezza Stradale, un’azienda su tre non fa formazione

3612 0
3612 0

Sicurezza Stradale, un’azienda su tre non fa formazione. Il 33% delle aziende italiane con dipendenti che guidano per motivi di lavoro, afferma di non fornire ai propri collaboratori corsi di formazione per aiutarli a guidare in modo più sicuro. Questo quanto è emerso da una ricerca condotta recentemente da TomTom Telematics, tra i dirigenti di 400 aziende italiane.

Le aziende con dipendenti che, per motivi di lavoro, devono mettersi al volante, sono indubbiamente sottoposte a grandi rischi. La strada può essere pericolosa. E i numeri relativi agli incidenti stradali parlano chiaro. Circa il 63% delle aziende ne ha visto i suoi dipendenti coinvolti.

La formazione è fondamentale per supportare i collaboratori ad adottare uno stile di guida sicuro ed efficiente”. Ha detto Marco Federzoni, Sales Director Italia di TomTom Telematics. “Inoltre, dobbiamo iniziare a pensare che la formazione classica, può essere affiancata con le nuove soluzioni tecnologiche. Come i dispositivi telematici di ultima generazione che sono in grado di fornire consigli di guida in tempo reale e alert predittivi.”

Ancora poca tecnologia a bordo di chi viaggia per lavoro

Purtroppo, invece, secondo i dati della ricerca, ad oggi il 20% delle aziende ancora non fornisce nessun tipo di dispositivo tecnologico per aiutare i suoi collaboratori a guidare in modo più sicuro.

Federzoni aggiunge. “Il potenziale offerto delle soluzioni telematiche per i veicoli aziendali è davvero grande. Analizzando il comportamento di guida dei conducenti si possono individuare le reali necessità di miglioramento. E organizzare solo i corsi che possano essere effettivamente utili al team. Ottimizzando di conseguenza gli investimenti in formazione”.

 

Ultima modifica: 23 Agosto 2017