Seat Leon 2020, la nuova generazione è anche ibrida | VIDEO

4013 0
4013 0

Seat Leon 2020, la compatta spagnola è stata presentata nella sua quarta generazione. Sul mercato dal 1999, la nuova serie si presenta con speciali contenuti tecnologici, tra i quali la motorizzazione ibrida, e di stile.

Seat Leon 2020

Arriverà sul mercato nella seconda metà del 2020. Con un’ampia offerta di motori: benzina, diesel, metano, hybrid e plug-in hybrid.

Il prezzo non è ancora stato svelato, ma gli allestimenti sono noti: Reference, Style, Xcellence e lo sportivo FR. Da oltre 20 anni, e dopo 2 milioni di esemplari veduti, Leon è un riferimento per Seat.

Più affilata nel design, sarà disponibile come berlina a cinque porte e wagon, chiamata Sportstourer. . Aumenta di dimensioni per il modello realizzato sulla piattaforma modulare MQB Evo del Gruppo Volkswagen. 

Seat Leon 2020 a 5 porte è lunga 4,37 metri, ben 8,6 centimetri in più rispetto alla generazione uscente. Leon Sportstourer è lunga 4,64 metri (+9,2 cm) e dispone di un bagagliaio più capiente, a partire da 617 litri (380 l. per la 5 porte) . Entrambe vantano un’efficienza aerodinamica superiore dell’8%.

I fari a Led anteriori rappresentano lo sguardo caratteristico. Ma ci sono tocchi speciali, con led sui retrovisori che quando viene aperta l’auto proiettano sull’asfalto la scritta “hola!“.

Gli interni, la parentela con Golf 8 e nuova Skoda Octavia è nota, sono digitali. Su cruscotto, per la stumentazione, e la plancia, per l’infotainment, ci sono due display rispettivamente da 10,25 e 8,25 pollici. Con delle chicche, come la navigazione 3D. Raffinatissima e personalizzabile l’illuminazione e led dell’abitacolo.

Seat Leon 2020 è connessa grazie alla piattaforma Mib3 con eSim integrata.

Completa la dotazione di ADAS. Con predictive adaptive cruise control, emergency assist 3.0 e sul travel assist con side ed exit assist.

Per avere la migliore dinamica o il comfort desiderato è disponibile il DCC, ovvero il Dynamic Chassis Control, che regola gli ammortizzatori in base all’uso di sterzo, dell’acceleratore e alla modalità di guida selezionata dal conducente.

Seat Leon 2020, i motori

Come detto sono disponibili powertrain benzina, diesel, metano, hybrid e plug-in hybrid. Abbinabili a cambio manuale a sei marce o automatico DSG a doppia frizione.

  • Benzina. Si parte coi 1.0 TSI 3 cilindri da 90 a 100 cavalli, i quattro cilindri 1.5 TSI da 130 e 150 cavalli (con disattivazione di 2 clini per consumare meno) e il 2.0 TSI da 190 cavalli.
  • Diesel. 2.0 TDI da 115 e 150 cavalli, il più potente anche a trazione integrale, 4Drive in casa Seat.
  • Metano. 1.5 TGI 130 CV con tre serbatoi di gas, per una capacità 17,3 kg totali e 440 km di autonomia, più quella a benzina.
  • Mild Hybrid (ibrido leggero). Si chiamano eTSI sul 1.0 110 CV e sul 1.5 150 CV. Il sistema è a 48 Volt.
  • Plug-in Hybrid (ibrido alla spina). Col 1.4 TSI, il motore elettrico, batteria da 13 kWh e 60 km di autonomia a zero emissioni oltre a quella a benzina.

Ultima modifica: 3 Febbraio 2020

In questo articolo