Revisione auto: cambiano le normative da maggio 2018

7077 0
7077 0

In merito a nuove normative relative alla revisione auto, per tutti gli automobilisti vi sono delle novità entreranno presto in vigore.

Tra pochi giorni verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale 19 maggio 2017, n. 214. A partire dal 20 maggio 2018 verranno introdotte norme più severe per quanto riguarda: la revisione auto, il pagamento del bollo e il controllo di tutti i requisiti. Tutte queste nuove introduzioni, sono il risultato della direttiva n. 2014/45 dell’Unione Europea.

Esaminiamo dunque quali saranno i principali cambiamenti introdotti nel nostro ordinamento per rispettare la disposizione europea.

La novità senza dubbio più attesa delle nuove norme che entreranno in vigore il 20 maggio 2018, sono le nuove disposizioni in merito alla revisione auto; un documento, rilasciato al termine del controllo, conterrà una serie di informazioni molto precise, relative al luogo e alla data della revisione, la targa di immatricolazione, il numero di telaio e, soprattutto, la lettura del contachilometri. Bisogna sottolineare che una maggiore precisione documentale sui lavori di revisione, era già stata prevista a partire dal 2010; tuttavia fin ora non si è trovato un modo efficace per fare rispettare davvero queste disposizioni. Le sanzioni previste oggi per chi non compie la procedura di revisione nel modo corretto, ammontano a 85 euro.

Tuttavia il nuovo Decreto non prevede un aumento per le tariffe previste per la revisione dell’automobile. Le tariffe rimarranno le medesime, ovvero 45 euro se la revisione si effettuerà nelle sedi provinciali della Motorizzazione Civile e 66,88 euro, nei centri privati convenzionati. Per tutti quei veicoli che non passeranno le procedure di revisione, sono previste due opzioni: sarà possibile, in caso di difetti minori e che non costituiscono un particolare pericolo, di circolare ancora per il tempo di 30 giorni, prima di andare ad effettuare una nuova revisione.

Nel caso invece verranno riscontrate delle anomalie di una entità e gravità tale da compromettere la sicurezza stradale, sarà disposta una sospensione della circolazione del mezzo; si potrà condurre la propria auto in officina per operare le riparazioni e gli adeguamenti nel termine di 24 ore.

Per quanto riguarda il controverso tema delle multe automatiche e per tutti gli automobilisti che transitano davanti all’autovelox,senza aver effettuato la revisione, è doveroso fare un po’ di chiarezza. Innanzitutto, è fondamentale precisare che in Italia i controlli automatici sono vietati dalla legge. Tuttavia le apparecchiature di rilevazione della velocità, hanno comunque un rilevatore collegato con le banche dati ministeriali; per questa ragione potranno effettivamente operare controlli per verificare se le automobili sono in regola con la revisione.

Ultima modifica: 12 Marzo 2018