Quando e come ottenere incentivi su auto elettriche

1250 0
1250 0

Attualmente, le auto elettriche sono la scelta di maggior rilevanza per coloro che decidono di acquistare un veicolo anche grazie agli incentivi.

Del resto, benché non tutti ne siano a conoscenza, le vetture elettriche sono state realizzate già nel 1800, poi cedute in disuso ed oggi molto in voga per via delle proposto piuttosto interessante in fatto di incentivi. Ancor più perché si tratta di veicoli che hanno un impatto pari a zero sull’ambiente.

Vantaggi auto elettrica

Sono molti i vantaggi che garantisce un veicolo ad alimentazione elettrica. Tra quelli di maggior rilevanza vi è senza dubbio il fatto che non richieda il pagamento del bollo per i primi cinque anni. Mentre, dal sesto anno in poi si paga solo un quarto del dovuto. Si può avere accesso a tutte le aree a traffico limitato e si è esenti dal pagamento del parcheggio su strisce blu. Il costo della ricarica è decisamente più ridotto rispetto a quanto si spende per il carburante normalmente. Chiaramente, se si possiede un impianto fotovoltaico, la ricarica non costa praticamente nulla.

Per comprendere quale sia il consumo effettivo di un veicolo elettrico, basta fare il rapporto tra chilometri percorsi per kWh, in altre parole, lo stesso rapporto che intercorre tra chilometri per litro di carburante. Solitamente, i consumi dei veicoli che si trovano in commercio sono compresi tra 6 e 8 chilometri per kWh. Tenendo conto che il costo relativo all’energia elettrica si aggira intorno a 0,25 € /kWh. Ciò significa che, per percorrere 100 km, serviranno circa tre o cinque euro. Chiaramente, ad influire sul consumo è anche lo stile di guida del conducente e anche il tipo di vettura in questione.

Prendendo come ipotesi che si percorrano in media 18 km con un litro di carburante, in questo modo si avrebbero 8,5 € per 100 km, con un tradizionale motore a benzina, costo di poco ridotto nel caso di alimentazione a gasolio. A ciò si aggiunge il fatto che sia possibile contare su tutta una serie di incentivi per auto a ridotto impatto sull’ambiente per emissioni di CO₂. E’ stato, infatti, emanato dal Ministero, un apposito decreto che consentirebbe di trasformare le auto alimentate tradizionalmente, in vetture elettriche, con costi particolarmente ridotti.

Al momento, però non vi sono incentivi da parte dello Stato per quanto riguarda l’acquisto di auto ad alimentazione elettrica. Questo perché una volta che sono terminati, non sono più stati rinnovati. Restano, tuttavia, confermati gli incentivi per quel che riguarda l’acquisto di veicoli che abbiano una ridotta emissione di CO₂.

E’ questo, ad esempio, il caso dei veicoli ibridi che dispongono di un motore alimentato elettricamente, che può anche funzionare come alternatore in modo da generare energia elettrica utile per la batteria, a differenza di un motore con combustione interna. Questi contribuiscono anche nel creare energia elettrica, cedendo in tal modo energia meccanica all’alternatore.

Ultima modifica: 5 Aprile 2018