Nissan Leaf e+ 62 kWh, più potenza e autonomia

1597 0
1597 0

Nissan Leaf è la decana delle auto elettriche. non molla un centimetro, anzi guadagna dei kiloWatt. Leaf e+ grazie a un balzo delle batteria del 55%, da 40 a 62 kWh di capacità, è l’ammiraglia delle elettriche di Nissan.

Intesa come la vettura a elettroni del Marchio con raggio più ampio. Ma anche con più potenza per il motore elettrico sincrono a magneti permanenti. Che eroga 218 cavalli, 68 in più della versione standard. Un bel salto.

Leggi anche: Leaf 62 kWh, la prova di QN Motori

Il segreto della batteria più prestante sta nelle 288 celle che gli ingegneri Nissan hanno piazzato nell’accumulatore al posto delle precedenti 192. Il peso è aumentato da 303 a 448 kg per la maggiore densità.

Leggi anche: Scheda Tecnica Nissan Leaf 2020

Andando al sodo, Leaf è+ può fare molta più strada. Sono passati dieci anni dalla prima serie, che aveva una batteria da 24 kWh: l’autonomia è cresciuta da 175 a 385 km. E con un prezzo che in sostanza non è cambiato: era di 38.000 euro per la Leaf da 24 kWh nel 2010, è di 35.000 euro, con ecobonus, rottamazione e incentivo Nissan, nel 2020.

Guida assistita di secondo livello

Il plus non sta solo nel raggio di azione e nella maggiore accessibilità. Leaf grazie al sistema ProPilot dispone della guida assistita di secondo livello, che corregge, oltre a segnalare. La connettività è un altro punto di forza: con scheda di rete, servizi da remoto, supporto per gli smartphone.

In attesa di una rete più capillare e soprattutto sempre funzionante e disponibile, Nissan sta installando sul territorio nazionale 83 colonnine di Fast Recharge da 50 kWh, in grado di ricaricare completamente le Leaf in poco più di un’ora.

Leggi anche: Listino Nissan Leaf 2020

Su strada la versione da 62 kWh ha confermato il salto di qualità. Brillante nello scatto (anzi fulminea: 0-100 in 6,9 secondi) e altrettanto nelle riprese, permette di essere rapidissimi in ogni situazione.

Leggi anche: Nissan Leaf 2020 equipaggiamenti e accessori

Assecondati da uno sterzo non sportivo, ma sempre abbastanza preciso, anche nelle manovre cittadine. Il comfort è di livello, per sospensioni e acustica, solo con qualche fruscio a velocità autostradale.

Con tanto brio, l’efficienza non è messa in croce. I 300-320 chilometri reali sono un obiettivo raggiungibile con una guida normale. Rilassata, ma senza particolari rinunce.

Leggi anche: Nissan Leaf: l’auto elettrica suona la ninnananna ai bambini

Ultima modifica: 6 Aprile 2020