Modena Cento Ore 2021, la prima giornata. Foto e racconto

135 0
135 0

E’ iniziata la Modena Cento Ore 2021. Dopo il via da Rimini, il primo impegno è stato quello della salita verso San Marino, che ha subito chiarito che le difficoltà tipiche dell’evento sono tornate tutte e che se qualcuno sperava in un’edizione “più facile” per togliersi la ruggine legata alla forzata inattività, si era sbagliato.

Leggi: Modena Cento Ore, il programma

San Marino ha accolto i partecipanti nelle splendide stradine del centro storico e poi, una volta rimasta alle spalle, ha fatto da piacevole memoria nei momenti di viaggio che hanno portato la carovana all’inizio della prima prova speciale dello Spino.

Quest’anno, novità assoluta per la Modena Cento Ore, in questa prima giornata di gara, sono state le vetture iscritte alla sezione regolarità che hanno fatto da “apripista”.

Per recuperare le forze, la pausa pranzo nella penombra offerta dal meraviglioso giardino del Castello di Valenzano.

Da lì si è poi ripartiti verso la seconda prova speciale, quella di Ponte alla Piera, prima di dirigersi verso Anghiari, San Sepolcro e Città di Castello, per oggi il punto più a sud dell’intero percorso.

Poi via verso la terza prova speciale di Bocca Serriola e il passaggio nel suggestivo centro di Urbino.

In pista al Misano World Circuit

Infine il rientro verso l’adriatico per la prima prova in pista sul Misano World Circuit con due partenze in griglia per la velocità e i tre giri cronometrati per la regolarità.

Nel paddock di Misano le assistenze si sono messe all’opera per riparare i segni di qualche toccata avvenuta durante le prove speciali in salita e per preparare le macchine per i giri di pista.

Domani, con la vetture della sezione velocità a partire per prime, ci si dirigerà verso la mitica pista Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Ultima modifica: 10 giugno 2021

In questo articolo