Milano AutoClassica, oltre le aspettative il primo Salone auto post lockdown

1482 0
1482 0

La decima edizione di Milano AutoClassica (a Fiera Milano Rho da venerdì 25 a domenica 27 settembre), il primo salone automobilistico post emergenza sanitaria vince la scommessa dell’anticipo della data di due mesi sulla precedente calendarizzazione, grazie alla preziosa collaborazione di tutti i partecipanti. Palpabile la soddisfazione degli Organizzatori che ringraziano tutti gli Espositori, le Federazioni, i Club, i Media, tutto il personale di Fiera Milano e soprattutto il grande Pubblico di appassionati che hanno creduto in Milano AutoClassica, partecipando attivamente e contribuendo al successo di un‘edizione straordinaria e fuori dal comune. Rispetto alle aspettative, l’evento segna un importantissimo risultato, che funge da apripista per il comparto, possibilmente rilanciando il settore, dopo mesi di attesa.

Milano AutoClassica 2020 - decima Milano AutoClassicaJPG

Ottima la partecipazione del pubblico con una eccellente affluenza di giovani appassionati e sempre più preparati: non solo attrazione verso le vetture youngtimer, che rappresentano un investimento accessibile e godibile per tutti, dunque, ma anche grande interesse per i modelli iconici del passato e per i miti dell’automobilismo storico e sportivo. A riprova, grande entusiasmo all’arrivo dell’Ing. Giampaolo Dallara nella giornata di sabato, insignito di due premi, ed inseguito da flotte di fans molto giovani, inclusi teenagers.

Molte negoziazioni concluse già nella giornata di venerdì 25 settembre, soddisfazione da parte di tutti gli Espositori, la cui partecipazione è rimasta invariata per numeri  rispetto all’anno scorso.

Si è respirato nuovo entusiasmo nella tre giornate di manifestazione – contenuta nel pieno rispetto delle distanze di sicurezza – nei Padiglioni di Fiera Milano Rho: il desiderio di incontro, confronto e aggregazione  si è rivelato  coinvolgente, instaurando un clima di perfetta collaborazione e sostegno, mai così evidente come in questi giorni. Significativa la presenza di entrambi i Presidenti di Federazione ACI Storico  e Automotoclub Storico Italiano (ASI) al taglio del nastro di venerdì 25 settembre; di forte impatto la presenza di Fiera Milano che ha monitorato attentamente ogni movimento, ingresso e passaggio, confermando la sua autorità in tema di sicurezza in uno dei poli fieristici più all’avanguardia d’Europa.

“Sono molto contento che gli appassionati di motorismo storico, dopo il triste momento del lockdown, abbiano ritrovato con Milano AutoClassica 2020 una degli appuntamenti più interessanti dell’anno– chiosa Angelo Sticchi Damiani, presidente di ACI e ACI Storico. Il successo di pubblico della manifestazione ha dimostrato la bontà della coraggiosa scelta fatta dall’organizzatore nel confermare l’evento, anticipando addirittura la data di svolgimento. Ma ha dimostrato soprattutto il grande desiderio di tornare a godere la propria passione, ammirando le auto esposte e sognando l’auto che si vorrebbero possedere nella propria collezione. ACI Storico ha partecipato a Milano AutoClassica con entusiasmo, riuscendo a realizzare un ricco programma di incontri che hanno riscosso attenzione ed apprezzamento di esperti ed appassionati. Ed ora il percorso di ACI Storico prosegue con Ruote nella Storia ed altri grandi eventi come la Targa Florio Classica.”

Con la partecipazione di ASI a Milano AutoClassica abbiamo voluto dare un segnale forte e positivo per la ripartenza del settore.- commenta  Alberto Scuro, presidente Automotoclub Storico Italiano .

Per questo lo spazio della Federazione è stato raddoppiato rispetto alle passate edizioni, con il coinvolgimento dei nostri club lombardi. Milano AutoClassica è stato il palcoscenico ideale anche per la consegna del Premio ASI per il Motorismo Storico a Giampaolo Dallara: un personaggio italiano che ci riempie di orgoglio. Complimenti agli organizzatori di Milano AutoClassica per il coraggio, la determinazione e la serietà nel concretizzare un appuntamento ormai irrinunciabile per gli appassionati“.

Milano AutoClassica, come da tradizione, ha offerto uno straordinario parterre, a cornice della Lounge, quest’anno dedicato ad un pezzo di storia del Rallysmo internazionale con le più belle livree ufficiali intitolata “NATE PER CORRERE” (tra cui FIAT 131 Abarth Olio Fiat alla LANCIA Delta Martini, Lancia Safari 037 dell’84 , LANCIA Delta REPSOL ex Carlos Sainz, Renault 5 Maxi Turbo): auto con palmares approdate direttamente dalle prove speciali delle gare iridate dagli anni ’70, mai viste in una Fiera ed appartenenti a collezioni private, selezionato da Paolo Olivieri, Classic Car Advisor.

Le tre regine della manifestazione  (MASERATI 250 S/F del 1954, ERMINI 357S del 1955, OSCA MT4 del 1952) sono tre vetture rarissime, selezionate da Brixia Motor, magistralmente restaurate al loro originario splendore, che appartengono alla categoria “sport” avendo partecipato alle edizioni della 1000 Miglia nei gloriosi anni ’50.

I Partner della decima edizione (con ben 5 anteprime nazionali): Alpine, con due anteprime italiane, Alpine A110S “Color Edition” Alpine A110 Legende GT, entrambe in Serie Limitata di 400 esemplari;  Bentley, con due anteprime nazionali, la Continental GT V8 Convertible e la nuova Bentayga; BMW Club Italia; Lamborghini Milano; Mazda, con in anteprima nazionale la MX-5 100th Anniversary Special Edition, l’edizione celebrativa realizzata per il centenario del marchio; McLaren; Musei Ferrari; Pagani e Porsche Classic Partner Milano Est.

Altra importante testimonianza di fiducia, la partecipazione, per il terzo anno consecutivo, di RETRO CLASSICS® Stoccarda, uno dei più rinomati eventi europei nel panorama internazionale d’auto d’epoca nonché la più grande fiera al mondo per quantità di espositori e superficie occupata, che  con la sua importante presenza ha rafforzato la sinergia tra le due manifestazioni.

Molte le celebrazioni della decima edizione.

ACI Storico nell’ambito della collaborazione con il Registro Italiano Alfa Romeo  ha celebrato i 110 anni  di Alfa Romeo sia esponendo due straordinarie vetture d’epoca (Alfa Romeo 6C 2500 Villa d’Este del 1949, e Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet Pininfarina del 1947) sia organizzando diversi incontri dedicati al marchio del Biscione protagonista in competizioni motoristiche storiche come la Targa Florio o in Formula Uno. Numerosi esperti e Media si sono confrontati ed hanno intrattenuto il pubblico in diversi incontri ospitati nell’Hub della Federazione. 

I 90 anni di Pininfarina protagonisti nell’ospitalità dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) con l’esposizione di 13 straordinarie automobili in rappresentanza del passato, presente e futuro della prestigiosa carrozzeria tra cui la Ferrari 275 GTB del 1966,  la Dino 246 GTS  del 1969, la Sigma Grand Prix del 1969 e la H2 Speed del 2016. Spazio, inoltre, alle numerose Case motociclistiche lombarde sempre allo stand ASI, come  Aermacchi, Gilera, Sertum, Devil, Iso, Rumi, Bianchi, MV Agusta, Innocenti e e un focus particolare per la Moto Guzzi che nel 2021 compirà 100 anni.

Mazda ha scelto per la prima volta Milano AutoClassica per festeggiare il centenario del suo marchio esponendo il meglio della sua tradizione, tra cui Mazda Cosmo del 1964, Mazda RX-7 (FD), Mazda MX-3 e MX-5, Mazda 323 GT fino all’anteprima nazionale delle MX-5 100th Anniversary Special Edition, realizzata per il centenario.

Un ricco calendario di intrattenimenti nel settore del motorismo storico ha ospitato un pubblico molto attivo, ma altrettanto ordinato e attento a mantenere la distanza di sicurezza con dibattiti, confronti,  presentazioni di gare, finali di Trofei, premiazioni e inediti momenti live nell’ospitalità delle Federazioni.

L’Area incontri ACI Storico ha offerto autorevoli testimonianze, presentazione di gare, raduni, libri, tributi, incontri sul futuro del motorismo classico e sportivo, celebrazioni e premiazioni dei Raduni di Ruoteclassiche e Youngtimer, con interventi e newsletter quotidiane del mensile specializzato di ACI, l’Automobile,  e i collegamenti  quotidiani dalla web radio Luce Verde.

Nell’area ospitalità dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) una nutrita rappresentanza dei tanti club federati della Lombardia hanno  affiancato ASI rappresentando l’associazione sul territorio.

Nell’arco dell’intero weekend si sono susseguite presentazioni e talk show a tema, e soprattutto tanta interattività con il web. In particolare, domenica 27 settembre le celebrazioni della Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca con collegamenti dallo stand ASI in diretta streaming con gli eventi dei club organizzati in tutta Italia , mentre all’ esterno del Padiglione 24, una selezione di veicoli dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) certificati partecipava al raduno dei tesserati, inclusa una piccola delegazione partita dalla Fiera di Milano di Bergamo dove l’esposizione di auto storiche a cura del Club Orobico e Old Motors Club locali ha omaggiato la città italiana più colpita dall’emergenza COVID nel 2020.

BOOM DI RADUNI

La decima edizione di Milano AutoClassica verrà ricordata anche per il vivace ed articolato fine settimane di raduni per ogni gusto ed aspettativa: dal Club Bmw Z3 a Peugeot Italian Friends passando attraverso i raduni a cura dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI), del Club Fiat 500, delle Mini, il doppio appuntamento del fine settimana con il Museo Fratelli Cozzi in collaborazione con CMAE – Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca e Ruoteclassiche, i raduni di Ruoteclassiche – Youngtimer ed il raduno “100 Mazda per 100 Anni” l’evento che ha celebrato il Centenario della Casa Giapponese schierando ben 100 vetture con 10 categorie premiate, a cura  di Ruoteclassiche e Youngtimer di domenica 27 settembre rende omaggio sia alle grandi icone del passato che alle vetture più giovani.

Ultima modifica: 28 Settembre 2020

In questo articolo