Lamborghini Urus, la produzione del SUV inizierà ad aprile | GALLERY

2467 0
2467 0

Lamborghini Urus, il super SUB bolognese. Ferrari non farà il sport utility, ma Lambo ci punta parecchio, al punto di raddoppiare produzione vendite. L’Urus, l’annunciato Sport Utility Vehicle della Casa di Santa’Agata Bolognese, vedrà la luce ad aprile 2017.

I primi prototipi del nuovo modello, atteso sul mercato per il 2018, uscirà nei prossimi mesi sulle strade. Come ha confermato Stefano Domenicali, presidente ed amministratore delegato di Lamborghini, a Digital Trends. Il roddaggio sulle strade e nei processi della fabbrica comincerà tra poche settimane per un modello l’Urus (al solito nome di toro, il gigantesco Uro, antenato di quelli domestici) che porterà complessivamente un aumento di 500 posti di lavoro negli stabilimenti emiliani del Marchio.

Sarà l’architrave del raddoppio di Lamborghini che vuol passare da una produzione di 3.500 esemplari annui, trainata dalle versioni di Aventador e soprattutto Huracan, a 7.000 nel 2018, avvicinando la Ferrari (che nel 2016 ha superato le 8.000, ma senza SUV).

Lamborghini Urus sarà anche ibrido plug-in, forse col V8 biturbo abbinato al motore elettrico, ma questo modello Phev arriverà successivamente. Di certo la prima versione sarà a benzina, con V10 come la Huracàn, non il mitico V12. Dotato di trazione intergrale, con modalità per specifiche per ghiaccio, neve, pietre e sabbia. l’Urus sarò sviluppato sulla piattaforma modulare longitudinale MLB, quella della Audi Q7 e della Bentley Bentayga.

Ultima modifica: 10 Febbraio 2017