La Lamborghini di Papa Francesco all’asta, quattro volte il prezzo

1713 0
1713 0

L’esemplare unico di Lamborghini Huracán LP580-2, donata a Papa Francesco nel novembre del 2017 è stata battuta all’asta per un valore 4 volte superiore il prezzo. Entriamo quindi nei dettagli e scopriamo assieme alcune peculiarità sul modello e la relativa vendita all’asta.

Il Modello

Realizzata dalla sezione “Ad Personam”, che si occupa appunto di personalizzazioni, della Casa di Sant’Agata Bolognese, la Lamborghini Huracán LP580-2 del Papa è un esemplare unico nel suo genere. La carrozzeria è di colore bianco Monocerus, mentre il giallo tiberino è stato utilizzato per realizzare la doppia striscia decorativa longitudinale e il motivo grafico che adorna la scalfatura intorno alle cornici dei finestrini. Un chiaro riferimento e omaggio, dunque, ai colori della bandiera di Città del Vaticano. Un abbinamento cromatico ripreso anche dagli interni di pelle nera e bianca che presentano delle impunture gialle a contrasto.

Caratteristiche tecniche

Una supercoupé a trazione posteriore con motore V10 da 580 CV di potenza in grado di garantire un’esperienza emozionale alla guida, garantendo una velocità massima pari a 320 km/h e scatto da 0 a 100 km/h in 3”4. Presenta un peso secco di appena 1.389 kg, risultando 33 chilogrammi più leggera della versione a quattro ruote motrici. La distribuzione dei pesi vede un 40% all’avantreno e un 60% al retrotreno, riducendo in questo modo l’inerzia sull’asse anteriore rispetto alla versione a quattro ruote motrici. Una nuova gestione della potenza, le sospensioni modificate, il nuovo sterzo a sensibilità variabile, i controlli di stabilità e la trazione ricalibrati, inoltre, offrono al conducente di sentire la strada nel modo più diretto possibile. La Huracán LP 580-2, inoltre, presenta la recente Lamborghini Infotainment System II, con uno schermo per la strumentazione di tipo TFT da 12,3 pollici ad alta risoluzione.

Il V10 aspirato da 5,2 litri della Huracán, collocato in posizione centrale, è stato rivisto per erogare una potenza di 426 kW  e una coppia massima di 540 Nm, il 75% della quale già disponibile a regime di 1.000 giri al minuto. Come per gli altri modelli Huracán, anche la LP 580-2 presenta una funzione di disattivazione dei cilindri in modo tale da poter migliorare l’efficienza del motore. Se non è richiesta la piena funzionalità del propulsore, cinque dei dieci cilindri vengono temporaneamente disattivati con lo spegnimento di un’intera bancata. Quando il guidatore accelera, il sistema ritorna istantaneamente alla modalità dieci cilindri, in modo praticamente impercettibile per chi guida. Questa funzione aiuta ad abbassare il consumo di carburante a 11,9 litri/100 km e le emissioni di CO2 a 278 g/km.

Design

La Lamborghini Huracán LP 580-2 è molto diversa dalla sua omologa a trazione integrale. L’anteriore e il posteriore, infatti, sono stati ridisegnati in modo tale da accentuarne l’immagine giovane, fresca e decisa. Ogni dettaglio è frutto della cooperazione fra i designer del Centro Stile e gli esperti Lamborghini di aerodinamica. La grande presa d’aria frontale aiuta ad indirizzare l’aria di raffreddamento e a creare carico aerodinamico sull’asse anteriore. Grazie al lavoro combinato al retrotreno di spoiler e di diffusore nel sotto scocca, inoltre, questa autovettura non richiede la presenza di appendici aerodinamiche mobili per creare portanza al posteriore.

Monta nuovi cerchi Kari da 19”, mentre i freni a disco in acciaio con pinze in alluminio sono stati appositamente sagomati per favorire una riduzione di peso e migliorare il raffreddamento. La trasmissione a sette rapporti e doppia frizione, Lamborghini Doppia Frizione, LDF, inoltre, garantisce rapidi cambi marcia e comprende un launch control che permette di ottenere massima accelerazione in caso di partenza da fermo.

La Lamborghini Piattaforma Inerziale, LPI, sistema di sensori situato nel centro di gravità della vettura e necessario per tracciarne tutti i movimenti in 3D, è stata ottimizzata per la versione a trazione posteriore. La piattaforma fornisce informazioni in tempo reale agli ammortizzatori magneto-reologico, allo sterzo e ai sistemi di controllo della stabilità. L’ESC è stato regolato per adattarsi a tutte le possibili condizioni di aderenza, al fine di enfatizzare il comportamento della trazione posteriore in ogni modalità di guida.

Il prezzo da listino

La Lamborghini Huracán LP580-2 ha un prezzo di listino di circa 185 mila euro. In  occasione dell’asta di RM Sotheby’s del 12 maggio al Grimaldi Forum di Montecarlo, però, quella donata al Papa è stata battuta per una cifra record pari a 809 mila euro, da cui tolte le tasse e la provvigione rimangono 715 mila euro netti. Quasi 4 volte superiore, quindi, al prezzo della vettura stessa.

Ad aumentarne notevolmente il valore è stata la firma apposta da sua Santità sul cofano anteriore della vettura sportiva al momento della consegna. Quest’ultima è avvenuta a Città del Vaticano alla presenza dei vertici Lamborghini, guidati dall’amministratore delegato Stefano Domenicali. Un dettaglio che ha influito notevolmente sul prezzo di vendita.

Le immagini del Papa accanto alla Lamborghini avevano fatto in poco tempo il giro del mondo e non è un caso che le offerte dei collezionisti siano andate alle stelle. Gli esperti, infatti, avevano stimato di riuscire a ricavare un valore compreso tra i 250 e i 350 mila euro, invece il risultato finale è stato ancora più strabiliante.

La vendita all’asta

Ad aggiudicarsi l’asta è stata una società spagnola. Il  ricavato sarà devoluto in beneficenza ad associazioni umanitarie scelte dallo stesso Papa Francesco. In particolare, come riporta una nota ufficiale, il 10% del ricavato sarà devoluto alla Comunità Papa Giovanni XXIII, che si occupa di donne vittime della tratta e della prostituzione, nel decennale della morte di Don Oreste Benzi e nel 50° anniversario della fondazione della Comunità stessa, che avverrà appunto nel 2018, grazie al “Progetto Casa Papa Francesco”.

Il ricavato andrà anche ad altre due associazioni italiane che operano soprattutto in Africa, ovvero la Gicam del professor Marco Lanzetta, che si occupa di chirurgia della mano, e Amici del Centrafrica, che da anni opera con progetti rivolti soprattutto a donne e bambini. Da non dimenticare, inoltre, la ricostruzione nella piana di Ninive per mezzo della Fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che Soffre”. Un progetto grazie al quale si intende garantire il ritorno dei cristiani nella Piana di Ninive in Iraq attraverso la riedificazione delle loro abitazioni, delle strutture pubbliche e dei luoghi di culto.

Iniziative importanti che verranno dunque finanziate grazie ai soldi ricavati dalla vendita all’asta della Lamborghini regalata al Papa Francesco. In questo caso, quindi, un auto di lusso che non solo si è rivelata bella da vedere e da guidare, ma soprattutto il mezzo attraverso il quale poter aiutare le persone più bisognose.

Ultima modifica: 28 Giugno 2018