“Il nuovo futuro del post vendita” a Service Day

1981 0
1981 0

Post-vendita, ricambio originale, logistica innovativa, iniziative speciali e formazione dedicata al centro delle 2 giornate di lavori a Brescia, presso Brixia Forum, durante Service Day: evento  nato da una idea AsConAuto e organizzato da Quintegia.  “Il nuovo futuro del post-vendita” è la tematica della seconda edizione di Service Day, in programma venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019 iniziativa specializzata rivolta agli operatori dell’aftersales. Un segmento del settore automotive italiano  presidiato  da oltre 37.000  professionisti. In programma nelle 2 giornate di lavori  gli argomenti di maggiore interesse per gli operatori che lavorano nella filiera del post-vendita.

In Italia si contano oltre 35mila aziende tra riparatori, carrozzerie e gommisti (stima Quintegia) e in 7 casi su 10 affiliate a network per reperimento di informazioni tecniche, formazione, ricambi e attività di marketing, mentre supera il 70% la quota di mercato delle officine indipendenti sul totale valore del  settore specifico.

In base a una rilevazione di ICDP-International Car Distribution Programme, le dimensioni sono piccole: poco più di 3 è la media degli addetti.

Oggi, in un mercato globale in profondo mutamento, gli operatori del post-vendita devono  essere in grado di ispirare e dimostrare ai clienti affidabilità, fiducia e vicinanza e, allo stesso tempo, incrementare la propria offerta con servizi innovativi e sempre più digitali, come app con dati live,  meccanico a domicilio, riparatore temporaneo,  servizio rapido o l’automezzo che prenota in autonomia l’intervento, grazie allo sviluppo sempre più pervasivo della telematica all’interno delle vetture. Informazioni aggiornate, scenari, testimonianze, best practice  in un programma articolato e ricco di esperienze e confronti, durante le 2 giornate di lavori di Service Day,  illustrano e approfondiscono gli argomenti di maggiore interesse per gli operatori che lavorano nella filiera del post-vendita, dando una opportunità di supporto formativo e di networking del tutto originale e loro dedicata.

Una intervista al campione in un “one to one, Guido Meda – Andrea de Adamich”  è in programma sabato 9 novembre alle ore 15.00.  Condotta da parte del giornalista Guido Meda. Attesa una platea composta  in prevalenza da operatori del settore post-vendita – officine, carrozzerie, reparti post-vendita delle concessionarie, case auto e aziende della filiera –  in ascolto di aneddoti e  curiosità che Andrea de Adamich condivide  al Service Day sulla sua prolungata e articolata  esperienza da  affermato protagonista del mondo dei motori. Un emblema del made in Italy nel mondo per competenza, professionalità e reputazione.

E, non ultimo, dal 1991 anno in cui fonda il Centro Internazionale Guida Sicura. Attraverso il quale prosegue la sua cinquantennale collaborazione con Alfa Romeo, il campione automobilistico è anche  fonte  di grande ispirazione delle dinamiche  per l’acquisizione di competenze rivolte alla sicurezza della guida.

Roberto Scarabel, vicepresidente di AsconAuto, conferma proprio come le competenze indirizzate a conoscenze tecniche esperte per la guida sicura siano una linea d’indirizzo  che AsConAuto intende proporre alla propria rete in futuro. E, come segnale di apertura di questa linea d’intervento,  affianca Andrea de Adamich  durante la consegna ai 4 ambasciatori della rete. Sara Sabaini della Para Brezza. Gabriele Joannes della Carrozzeria Pedersini. Gianni Rossi dell’autofficina Rossi Gianni. Fabrizio Lorenzoni della Fratelli Lorenzoni.

Sostegno allo sviluppo di una Rete di Autoriparatori indipendenti legati ad AsConAuto

Nella circostanza Roberto Scarabel ricorda la volontà dell’Associazione di garantire, a fianco delle Rete Ufficiale del Post-Vendita, un sostegno allo sviluppo di una Rete di Autoriparatori indipendenti legati ad AsConAuto, grazie a una puntuale attività di aggiornamento in allineamento alle rapide mutazioni del mercato e alle nuove, originali esigenze della clientela. Gli oltre 20.000 riparatori indipendenti clienti della rete associativa Asconauto, in contatto con migliaia di clienti rappresentano un patrimonio di presidio del territorio che Asconauto vuole valorizzare.

Un sistema associativo cui offrire una collaborazione per aiutarne lo sviluppo. Fornendo aggiornamenti, approfondimenti, training, formazione ad hoc.  Una opportunità sulla quale sono presenti e in sviluppo varie iniziative innovative, come Service Day.

Ultima modifica: 10 Novembre 2019

In questo articolo