Ferrari richiama migliaia di 458 e 488 per un potenziale guasto ai freni

471 0
471 0

La Ferrari richiamerà 2.222 auto dalla Cina per «un potenziale guasto ai sistemi frenanti», secondo la State Administration for Market Regulation. Il richiamo dei modelli 458 e 488  della Ferrari, però, non interessa solo la Cina, ma è a livello mondiale ed è iniziato nel 2021.

Ferrari 458 Italia

Il richiamo di tutte le versioni dei modelli Ferrari 458 (anni 2010-2015) e 488 (2016-2019) per problemi all’impianto frenante è partito alla fine dello scorso anno, con la comunicazioni alle autorità competenti nei singoli paesi.

Le prime autorità a intervenire sono state quelle  degli Stati Uniti a fine 2021. Ieri è stato annunciato dalle autorità cinesi. Non è ancora disponibile una data per il mercato italiano.

Ferrari 488 Pista Spider
Ferrari 488 Pista Spider

Il difetto

Il difetto sarebbe nel tappo del  liquido dei freni che non fa circolare correttamente l’aria creando un effetto vuoto nel serbatoio. La Ferrari ha comunicato che «la sicurezza dei nostri clienti è la nostra priorità. Operiamo secondo rigorose linee guida per garantire che i sistemi e le procedure corrette siano sempre in atto».

La notizia del richiamo delle auto dal mercato cinese ha provocato un immediato calo in Borsa del titolo Ferrari.

A fine giornata a Piazza Affari il titolo, in linea con il comparto automotive europeo, aveva ceduto il 3,5%. Mentre il Ftse Mib ha lasciato lascia sul terreno il 2,12%, chiudendo a 24.279 punti.

Leggi ora: Ferrari 296 GTS, ecco la scoperta da sogno. Informazioni e prestazioni

Ultima modifica: 23 aprile 2022