FCA svolta nella guida autonoma. L’alleanza decisiva

1658 0
1658 0

FCA svolta nella guida autonoma. Fiat Chrysler Autombiles si allea con BMW, Intel e Mobileye. Il Ceo Sergio Marchionne ha mosso una pedina fondamentale. Il self drive è, prima dell’auto elettrica al 100%, la chiave del futuro prossimo per il successo nel mondo dell’auto. Con questa decisione FCA, che ha già una sinergia con Google, è in ottima posizione.

Cos’è l’Autonomous Driving Platform

L’alleanza è nata per creare una piattaforma di guida autonoma per i livelli 3, 4 e 5. Rispettivamente l’automazione parziale, dove c’è ancora interazione tra uomo e macchina e il pilota alla fine decide, l’alta automazione, un passo un avanti, ma ci sono ancora volante e pedali, e l’automazione totale, dove il veicolo è in grado di muoversi in qualsiasi scenario. Senza i comandi manuali. Questo potrà fare l’Autonomous Driving Platform, che potrà essere applicato su tutti i modelli del gruppo. Attesa sul mercato per il 2021. Sarà sviluppata globalmente. In Germania, ma anche negli altri paesi dove i partner hanno ingegneri e strutture per la ricerca e lo sviluppo.

L’obiettivo della sinergia è di accorciare al massimo i tempi per la produzione di questa piattaforma di guida autonoma, fatta di sensori, radar e computer, per fornirla anche ad altre Case auto. E fare enormi profitti. Perché non mancheranno i clienti in caso di successo. L’Autonomous Driving Platform sarà applicabile a tutte le Case AutoMa con la possibilità di personalizzare design, caratteristiche e prestazioni delle auto per non perdere l’identità. Un piano ambizioso, che con BMW, Intel e Mobileye è già operativo e prevede sviluppi concreti a brevissimo termine. Entro il 2017 infatti l’alleanza porterà su strada 40 prototipi. A stretto giro arriveranno altre 100 auto a livello 4 di guida autonoma. Parecchia carne al fuoco. Proprio perché il cammino è lungo l’alleanza è aperta a tutti i Costruttori che vogliano partecipare.

FCA svolta nella guida autonoma – Le parole di Marchionne

Sergio Marchionne ha commentato con orgoglio la scelta. “Per migliorare la tecnologia di guida autonoma è fondamentale dar vita a partnership tra produttori di autoveicoli e fornitori di tecnologia e componenti. L’adesione a questa collaborazione consentirà a FCA di beneficiare direttamente delle sinergie e delle economie di scala che sono possibili quando le aziende si alleano con una visione e un obiettivo comuni“.

 

 

 

 

Ultima modifica: 16 Agosto 2017