Emilia Romagna, i trasporti. Patto da 320 milioni per mezzi più sostenibili

446 0
446 0

Ci sono oltre 320 milioni per migliorare il trasporto pubblico della Emilia Romagna, con la prospettiva di una gestione affidata a un’unica holding regionale.

La Regione vara il patto per il trasporto pubblico regionale e locale e per la mobilità sostenibile 2022-2024, firmato ieri in viale Aldo Moro dall’assessore regionale a Infrastrutture e Trasporti Andrea Corsini, dai rappresentanti di Province e Città metropolitana di Bologna, dai sindaci dei maggiori Comuni, agenzie locali per la mobilità, associazioni di imprese, sindacati e comitati utenti: in tutto 67 realtà.

«È grazie al prezioso lavoro svolto durante l’emergenza sanitaria dalle istituzioni, i prefetti, le agenzie e le aziende pubbliche e private – ha detto Corsini – se il trasporto pubblico locale ha continuato a garantire, anche nei momenti più difficili, un servizio puntuale e sicuro a tutte le cittadine e i cittadini del territorio».

Cosa prevede il patto

Il patto prevede, tra l’altro, l’elettrificazione delle linee ferroviarie e il sistema controllo marcia treno, oltre all’acquisto di 700 nuovi bus.

Leggi ora: MIMO 2022, tutte le novità

Ultima modifica: 24 maggio 2022