Ecoincentivi auto anche per l’usato

794 0
794 0

Riveduto e allungato il calendario fiscale per dare una boccata d’ossigeno a partite Iva e imprese. L’ultimo giorno in commissione Bilancio alla Camera dell’esame e del voto del decreto Sostegni bis ha visto il via libera alla proroga degli ecoincentivi per le auto fino alla fine dell’anno.

Il provvedimento, in aula a Montecitorio lunedì, ha anche assorbito la proroga selettiva del blocco dei licenziamenti, lo stop al cashback e la vicenda Alitalia.

Gli attriti non sono mancati anche in maggioranza. Per il settore auto c’è stata battaglia per arrivare all’estensione degli incentivi anche per l’acquisto di auto usate, che riguarda le Euro 6 con contestuale rottamazione di una vettura di almeno 10 anni. In tutto vengono stanziati 350 milioni, che servono anche a prorogare i bonus per l’acquisto di auto nuove elettriche o ibride, euro 6 anche diesel e benzina, e commerciali.

Un emendamento ha previsto anche assunzioni a tempo determinato di docenti e personale amministrativo nelle scuole. L’obiettivo, ha spiegato la deputata Pd Rosa Maria Di Giorgi, è «l’apertura in sicurezza dell’anno scolastico. Per gli insegnanti e personale Ata che si dovranno dedicare al supporto dei ragazzi ci sono 400 milioni». Qualche fibrillazione ha creato pure la frenata sulle nuove norme in tema di flessibilità nei contratti a termine. Solo due giorni fa, alle causali previste dal decreto.

Dignità per permettere che la durata potesse essere superiore ai 12 mesi (ma sempre entro i 24) sono state aggiunte le «specifiche esigenze previste dai contratti collettivi». Ma poi M5s e Leu hanno chiesto un nuovo emendamento per fare in modo che la nuova causale «decada» il 30 settembre 2022.

Il calendario fiscale

Un nuovo ritocco è stato dato al calendario fiscale. Dopo il rinvio delle scadenze delle rate per la rottamazione ter e il saldo e stralcio, è arrivata la proroga al 15 settembre dei termini dei versamenti per dichiarazioni dei redditi, Irap e Iva. Che scadono dal 30 giugno al 31 agosto 2021.

Claudia Marin

Ultima modifica: 10 luglio 2021