Drivexone il sistema di vodafone per connettersi con la propria auto

2420 0
2420 0

Vodafone presenta un nuovo sistema che sfrutta la funzionalità di una app per eseguire una veloce diagnosi dell’auto.

Drivexone è un sistema di recente introduzione da parte del gestore Vodafone, che consente di risparmiare, e non poco, sul monitoraggio di eventuali problemi e avarie del proprio veicolo, in modo da poter intervenire tempestivamente e risolvere il problema. Ecco tutti i dettagli.

 

Di cosa si tratta

Nelle auto di un certo valore e di fascia piuttosto alta in termini di costi e chiaramente di sistemi in dotazioni, vi sono tutti i dispositivi necessari e ad elevata tecnologia. Ci sono infatti, computer di bordo molto sofisticati, i cui dati però restano in memoria interna. Alcuni modelli di vetture dispongono anche di smartphone e tablet integrati nel sistema dell’auto stessa. Chiaramente, parliamo di auto non proprio alla portata di tutti. Ecco allora che Vodafone ha lanciato nel 2011 un dispositivo per garantire un sostegno nel controllo di eventuali problemi o anomalie nelle vostra auto che è decisamente più economico.

Come funziona

Questa app funziona correttamente con tutti, non solo per i clienti Vodafone. Il sistema si basa su di un apparecchio, il cosiddetto Drivexone, utile per trasmettere i dati mediante Sim e una app, che è possibile scaricare direttamente dagli store Apple e Android. Il primo step da seguire è quello di collegarsi all’apposito sito del prodotto, registrarsi e fornire email e password.

Fatto questo, si può scaricare l’app mediante accesso con le stesse credenziali. Si fa a poi una scansione del codice a barre indicato su Drivexone. Si tratta di procedimenti semplificati anche grazie a delle interfacce che richiedono pochi dati, chiarendo ogni passaggio. Dopo aver fatto queste semplici operazioni, si può tranquillamente usare Drivexone.

Se si possiede un veicolo costruito dopo il 2003, sarà sufficiente inserire l’apparecchio nella porta Odb, che solitamente è posta vicino al volante. Ora non resta che lasciare che Drivexone faccia il suo lavoro. Si occuperà quindi di registrare i dati relativi ai vostri viaggi, per poi trasmetterli al dispositivo che si sceglie di utilizzare. Si possono, infatti, usare sia iPad, che smartphone Android per verificare i trasferimenti di dati. Sullo schermo compariranno le info relative alla distanza percorso o da percorrere, i tempi, la velocità media e i luoghi toccati lungo il percorso. Sarà come avere un computer di bordo.

Da sottolineare come ci sia anche la localizzazione Gps che è collegata alla voce ‘cerca la tua auto’. Se ci si trova all’interno di un parcheggio di un centro commerciale, questa funzionalità potrebbe essere utile per ritrovare la propria auto. Spesso, risulta infatti assai complicato ricordare dove sia stata parcheggiata. Drivexone è inoltre utile poiché, in caso di malfunzionamento della batteria auto, il problema sarà subito segnalato. Tutti i dati restano poi archiviati nella app.

Ultima modifica: 17 Aprile 2018