Crash test Euro NCAP, a BMW, Byd, Mazda, Mercedes e Seat le cinque stelle

625 0
625 0

BMW Serie 2 Active Tourer e X1, BYD Atto 3, Mazda CX60, Mercedes EQ-EQE e Seat Ibiza, raggiungono il massimo punteggio – cinque stelle – nella sesta serie di crash test Euro NCAP del 2022. Una stella in meno per Citroen C5 X e Mobilize Limo.

L’abitacolo della BMW Serie 2 Active Tourer è rimasto invariato nel test di urto frontale, mentre i poggiatesta hanno dimostrato una buona protezione contro il colpo di frusta. La Serie 2 Active Tourer dispone di un avanzato sistema eCall, che avvisa i servizi di emergenza in caso di incidente. Il veicolo è, inoltre, dotato di un sistema che, a seguito di impatto, aziona i freni per evitare collisioni secondarie. Anche la BMW X1, con equipaggiamento di sicurezza standard, viene valutata 5 stelle. Il sistema di frenata di emergenza autonoma (AEB) ha funzionato bene nei test di reazione agli altri veicoli. L’auto è anche dotata di un sistema per rilevare l’affaticamento del conducente. 

La BYD Atto 3 si è comportata molto bene nella protezione degli occupanti. Qualche lacuna, invece, nel test degli utenti vulnerabili: se il paraurti offre una buona protezione alle gambe dei pedoni, risulta scarsa quella della regione pelvica. L’auto raggiunge le 5 stelle grazie anche ad una buona protezione dei bambini a bordo. 

Alla Mazda CX60 5 stelle. La valutazione più alta è nella protezione dei bambini: sia nell’urto frontale che negli impatti laterali. Buona la protezione di tutte le aree critiche del corpo.

La Mercedes EQ – EQE raggiunge le 5 stelle con un punteggio molto elevato nella protezione degli occupanti: ben 95%. Molto buono è risultato il sistema ‘Active Distance Assist DISTRONIC’, che consente di mantenere la distanza dal veicolo che precede in modo da evitare incidenti e ridurre lo stress del conducente.

Cinque stelle anche per la Seat Ibiza e il modello partner Seat Arona. Bene il sistema di frenata di emergenza autonoma (AEB) dell’Arona nei test di risposta a pedoni e ciclisti.

La Citroen C5 X conquista 4 stelle. Marginali sia la protezione del torace nell’impatto laterale contro il palo, sia il controllo dell’escursione (misura la distanza di un corpo lanciato dall’altro lato del veicolo quando viene colpito da quello opposto).  

Mobilize Limo consegue 4 stelle. Il cofano fornisce una buona protezione alla testa del pedone. Scarsi, invece, i risultati registrati alla base e sui montanti rigidi del parabrezza.

In questa sessione di test sono state valutate anche due nuove versioni di modelli già testati da Euro NCAP nel 2019:

  • Nella VW Golf marginale la protezione del torace del conducente. L’analisi della decelerazione durante la prova – e della barriera deformabile dopo – ha rivelato che la Golf avrebbe un ‘impatto aggressivo’ in caso di collisione frontale. Dall’analisi delle altre caratteristiche le sono state conferite 5 stelle.
  • Alla Nissan Juke HEV viene attribuito il punteggio della variante Nissan Juke, 5 stelle.

I risultati

Protezione adulti

Protezione bambini

Protezione utenti vulnerabili

Safety assist (dispositivi di assistenza alla guida)

Vw Golf

88%

87%

74%

82%

BMW Serie 2 Active Tourer

88%

81%

79%

92%

BMW X1

86%

89%

76%

92%

BYD Atto 3

91%

89%

69%

74%

Citroen C5 X

82%

87%

69%

66%

Mazda CX 60

88%

91%

89%

76%

Mercedes EQ- EQE

95%

91%

83%

81%

Mobilize Limo

80%

75%

69%

71%

Seat Arona

83%

83%

65%

70%

Seat Ibiza

83%

82%

66%

70%

Ultima modifica: 14 Ottobre 2022

In questo articolo