Brembo torna ai livelli pre Covid, ricavi record e utile raddoppiato

327 0
327 0

Il fatturato cresce del 17,2 % a quota 675,1 milioni di euro, ovvero l’1,2% in più rispetto al 2019; l’Ebitda margin segna un +20,1% a 135,6 milioni; gli investimenti netti del trimestre si attestano a 48,3 milioni; l’indebitamento finanziario netto a 438,9 milioni, in aumento di 54,2 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2020.

Sono questi alcuni dei risultati del primo trimestre del 2021 registrati da Brembo. E approvati ieri dal cda che ha così anche festeggiato l’anniversario del gruppo arrivato al sessantesimo anno di attività.

Alberto Bombassei, presidente di Brembo
Alberto Bombassei, presidente di Brembo

Il patron di Brembo, Alberto Bombassei, si dice più che soddisfatto dei risultati del gruppo. «Siamo entrati nel sessantesimo anno di Brembo con un risultato particolarmente incoraggiante. I dati del primo trimestre 2021, approvati dal cda mostrano infatti una ripartenza robusta e confermano il trend che ha caratterizzato gli ultimi tre mesi del 2020. Nella storia di Brembo non avevamo mai registrato ricavi così alti in un primo trimestre. Che crescono non solo rispetto allo stesso periodo del 2020, ma anche e soprattutto rispetto al 2019», annota.

Ottimista anche il vice presidente esecutivo Matteo Tiraboschi. «Siamo tornati all’era pre Covid. Guardando agli ordini che abbiamo per il secondo trimestre vediamo, allo stato attuale, un trend positivo».

È lo stesso patron Bombassei a spiegare il successo dei conti

«I risultati sono stati trainati dall’andamento positivo di tutti i segmenti e le geografie in cui operiamo». Spiega il presidente. «Nonostante lo scenario di mercato rimanga permeato da uno stato di incertezza, – prosegue il fondatore del gruppo – questi risultati ci consentono di guardare con fiducia ai prossimi mesi. Rimaniamo focalizzati sull’innovazione delle nostre soluzioni, grazie ad un portafoglio prodotti che si è arricchito con l’acquisizione di Sbs Friction in Danimarca. E lo sarà ulteriormente con quella recentemente annunciata di J.Juan in Spagna», conclude Bombassei.

Ultima modifica: 11 maggio 2021