BMW X5 M Performance Parts, estetica speciale per il SUV sportivo

2509 0
2509 0

BMW X5 M Performance Parts, speciale e personalizzata. X5 è  la “mamma” di tutti i SUV sportivi. Nonostante una stazza importante ha sempre proposto qualità stradali di alto livello. Affiancate da indubbi contenuti tecnologici. La nuova generazione è rimasta nel solco: arriverà sul nostro mercato a Marzo 2019, con un prezzo di partenza di 72.900 euro.

La personalizzazione resta una chiave decisiva per molte auto, in particolare per l’alto di gamma. BMW propone anche per X5 gli accessori dedicati della linea M Performance Parts.

BMW X5, la prova su strada di QN Motori

BMW X5 M Performance Parts offre componenti in fibra di carbonio per la carrozzeria. Che spiccano per finiture lucide high-gloss. Il SUV sportivo diventa ancora più cattivo con prese d’aria specifiche, diffusore posteriore, minigonne e scarichi. Anche gli scarichi presentano cornici speciali. Numerose le finiture e le grafiche dedicate.

BMW X5 xDrive45e, super ibrida plug-in

 

I cerchi in lega da 20 pollici “All Terrain” sono marchiati M: sono disponibili anche quelli stradali a 22″. Più leggeri e performanti.  A richiesta anche un impianto frenante speciale, con pinze freno rosse e dischi forati da 483 millimetri.

 

BMW X5, il listino del nuovo modello

L’abitacolo può disporre del volante M Performance in Alcantara. Offre cuciture in rosso, ma anche parti in carbonio e anche le palette hanno questo effetto. Essendo l’indole sportiva, la pedaliera è in metallo. Altro vezzo, la disponibilità di proiettori a led che quando si apre la portiera illuminano l’asfalto il logo M o un altro simbolo desiderato. Disponibili anche il portachiavi e il portafoglio dedicato. E le borse, sempre griffate M, per i pneumatici invernali.

Per chi invece vuole andare in pista è disponibile la telemetria. Quella che BMW chiama Drive Analyzer. Si tratta di un’app per smartphone. Tramite la presa Obd archivia i dati su stile di guida e posizione GPS. A questo punto “mixa” la telemetria con i video registrati a bordo.

Ultima modifica: 26 Ottobre 2018

In questo articolo