BMW i7, la Serie 7 diventa anche elettrica. Stile innovativo e tecnologia

422 0
422 0

BMW Serie 7, l’ammiraglia bavarese, diventa anche i7, ovvero elettrica. Doppia identità per la top di gamma tedesca, che arriverà sul mercato prima con la versione a batteria, a novembre e nel 2023 con le versioni endotermiche.

BMW i7, la Serie 7 diventa anche elettrica - 21

Un salto epocale, dopo 45 anni di storia e sei generazioni. Resta una grande berlina di lusso, ma stilemi particolari, com il doppio rene allungato e in nuovi fari su due livelli, anche con Swarowski all’interno.

La elettrica BMW i7 si differenzierà dalle endotermiche per la calandra chiusa e le finiture in tinta i Blue.

Le dimensioni 

BMW i7 nella variante a passo lungo (3,21 metri di interasse) è lunga 5,39 metri, crescendo di ben 13 centimetri.

Dotata di porte automatiche, che prossimamente potranno essere aperte a voce, presenta una plancia digitale col Curved Display che presenta la strumentazione con schermo da 12,3 pollici e l’infotainment da 14,9 pollici. Il tutto gestito dal nuovo sistema operativo 8.0 e dalla connessione 5G. Esordio per la BMW Interaction Bar, fascia luminosa che permette di personalizzare e attivare le funzioni preferire. 

Per chi sta dietro si può scegliere la variante Executive Lounge con i sedili separati climatizzati e reclinabili e per avere il massimo c’è la BMW Theatre Screen, schermo da 31,3 pollici abbinato all’impianto audio Bowers & Wilkins 4D con 36 diffusori.

Di serie le sospensioni pneumatiche con altezza regolabile (da -10 a +20 mm). A richiesta l’asse posteriore sterzante (fino a 3,5 gradi) per esser più agili sullo stretto e stabili sul veloce.

Tutte ld versioni endotermiche di BMW Serie 7 saranno mild hybrid 48V o plug-in hybrid. Con trazione posteriore o integrale. Si parte dal 6 cilindri benzina sulle 735i (286 cavalli) e 740i (380 cavalli) per salire alla 760i xDrive con V8 4.4 biturbo da 544 cavalli. 

La Diesel, disponibili in Europa, saranno la 74 xDrive con il sei cilindri 3.0 diesel da 300 CV.

Le plug-in saranno la 750e xDrive col sei cilindri 3.0 da 490 CV e la M760e xDrive da 571 CV. Entrambe con batteria da 18,7 kWh, che permetterà da 80 km di autonomia elettrica.

Le elettriche a due motori e a trazione integrale 

BMW i7 xDrive60 la Casa è accreditata una potenza di 544 CV con un’autonomia tra 590 e 625 km. Invece i7 M70 xDrive eroga potenza massima di 660 CV e 1.000 Nm di coppia. Capace di permette una accelerazione da 0 a 100 km/h in meno 4 secondi. Le batterie per entrambe sono da 101,7 kWh.

BMW Serie 7 e i7 sono operative per il secondo stato avanzato di guida assistita. Ma la Casa ha garantito che gli ADAS sono predisposti per il livello 3 di self drive.

Ultima modifica: 26 aprile 2022

In questo articolo