Alfa Romeo Giulia di ErreErre Fuoriserie, retromod fuori dal coro

667 0
667 0

Colpo di genio o blasfemia? Di certo fuori dalle righe la Giulia di ErreErre Fuoriserie si prospetta come una interpretazione davvero particolare di Alfa Romeo.

Non è restomod, anzi, nemmeno una personalizzazione. L’azienda torinese lo chiama retromod. Una nuova frontiera? Che sia fuoriserie è certo, una vettura  non comune.

Che incrocia la meccanica della attuale Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con richiami allo stile della Giulia originale, la berlina nata nel 1962.

La meccanica resta quella nota. Trazione posteriore, cambio automatico a otto marce, piattaforma Giorgio, albero di trasmissione in carbonio. E il motore 2.9 V6 turbo da 510 cavalli che permette un’accelerazione da zero a 100 km/h in 3,7 secondi.

 

Un pacchetto abbinato a sospensioni eccezionali e a uno sterzo da corsa. Il plus è dato dalla carrozzeria in fibra di carbonio che permette di risparmiare 200 kg rispetto a Giulia Quadrifoglio (1700 kg di peso), i cerchi speciali e ovviamente uno stile esterno dedicato che richiama la celebre antenata.

 

Il design è più spigoloso, con elementi che riportano al passato. Il risultato è una vettura molto personale.

Quanto costa Giulia di ErreErre Fuoriserie?

Conditio sine qua non, bisogna fornire una donor car, ovvero una Quadrifoglio originale (circa 100.000 euro). A alla quale bisogna aggiungere 196.000 euro più IVA per i primi 10 esemplari. Saranno 245.000 più IVA dall’undicesimo in poi.

Leggi ora: Alfa Romeo da sogno, Disco Volante su base Ferrari di Miroslav Dimitrov

 

Ultima modifica: 13 luglio 2022

In questo articolo