Stampalia, l’isola greca diventa un laboratorio per la mobilità elettrica

534 0
534 0

Stampalia, piccola isola della Grecia, è stata trasformata in un laboratorio di mobilità intelligente e sostenibile del futuro, facendo progressi significativi grazie a un progetto congiunto del Gruppo Volkswagen e della Repubblica Ellenica. Con i suoi circa 100 chilometri quadrati, questa piccola isola nel Mar Egeo ospita circa 1.300 residenti, ma durante la stagione estiva si riempie di migliaia di turisti. Tuttavia, il parco veicoli dell’isola era composto da circa 1.500 veicoli endotermici datati, senza alcun collegamento elettrico con la terraferma, e per il fabbisogno energetico si affidava a generatori diesel che emettevano fino a 5.000 tonnellate di CO2 all’anno.

Il progetto, annunciato nel 2020, si sta concentrando sulla transizione verso la mobilità elettrica, soluzioni digitali di trasporto e l’utilizzo di energia verde sull’isola di Stampalia. Ora, il Gruppo Volkswagen ha deciso di condividere i risultati raggiunti fino ad oggi. La scelta di questa specifica isola non è stata casuale, considerando la sua necessità di rinnovamento e la sua importanza come meta turistica.

Grazie all’impegno congiunto delle parti coinvolte, Stampalia sta compiendo un importante passo avanti verso un futuro più sostenibile. L’adozione di veicoli elettrici e l’utilizzo di fonti energetiche pulite ridurranno notevolmente le emissioni di CO2 e miglioreranno la qualità dell’aria sull’isola. Questo progetto pilota rappresenta un esempio di come sia possibile trasformare una comunità locale in un modello di mobilità intelligente e sostenibile, aprendo la strada a soluzioni simili in altre parti del mondo.

La svolta elettrica: il progetto del Gruppo Volkswagen

Il Gruppo Volkswagen ha messo a disposizione le proprie competenze nel campo dell’elettrificazione insieme alla fornitura di veicoli elettrici. Un focus particolare è stato dato alla creazione di una rete di ricarica, offrendo sovvenzioni speciali sia per i clienti privati che per le aziende. L’infrastruttura di ricarica sull’isola conta attualmente su 20 punti di ricarica, tra cui una colonnina DC con una potenza di 50 kW riservata all’ambulanza, e 18 wallbox installati. Nonostante il numero apparentemente limitato, va considerato che l’isola è di dimensioni ridotte.

Oltre alla ricarica, è stata effettuata l’elettrificazione dei veicoli a disposizione delle autorità locali, garantendo una flotta a emissioni zero. Inoltre, sono stati introdotti i servizi di mobilità condivisa ASTYBUS e astyGO. ASTYBUS, è un servizio di car-sharing che ha sostituito i tradizionali autobus locali, offrendo un maggiore flessibilità ed efficienza, coprendo diverse località sull’isola. Con l’arrivo di astyGO, i residenti e i visitatori possono noleggiare auto elettriche Volkswagen, scooter SEAT MÓ ed e-bike Ducati, direttamente dal proprio smartphone attraverso un’app dedicata.

Gli altri servizi di mobilità elettrica

I servizi di sharing, ASTYBUS e astyGO, hanno ottenuto risultati significativi sull’isola di Stampalia. Nel periodo tra giugno 2022 e maggio 2023, ASTYBUS ha registrato 27.327 viaggi, percorrendo complessivamente 211.400 km. In totale, 1.762 utenti hanno utilizzato il servizio, di cui il 19% erano residenti di Stampalia, il 47% turisti greci e il 34% turisti internazionali. È interessante notare che il 25% degli abitanti dell’isola utilizza regolarmente il servizio di car-sharing. Passando ad astyGO, nell’estate del 2022, 209 utenti (di cui il 93% erano turisti) hanno usufruito del servizio, percorrendo complessivamente 13.741 km.

Oltre all’implementazione dei servizi di mobilità condivisa, il progetto si è concentrato sul rinnovamento del sistema energetico dell’isola. Si stanno gradualmente introducendo impianti solari per la produzione locale di energia rinnovabile. Attualmente, diversi impianti solari forniscono energia verde alla flotta di veicoli elettrici e ad altre strutture.

La prossima fase del progetto prevede la realizzazione di un sistema di alimentazione ibrido, che includerà un parco solare con una capacità di 3,5 megawatt e un impianto di stoccaggio. Se non ci saranno intoppi, si prevede che il sistema entrerà in funzione nel 2024, coprendo il 100% del fabbisogno energetico dell’isola per la mobilità elettrica e fino al 60% della domanda energetica totale. L’obiettivo per il 2026 è quello di coprire circa l’80% del fabbisogno totale con energia prodotta da fonti rinnovabili.

Grazie a queste iniziative, Stampalia sta dimostrando come sia possibile realizzare una trasformazione sostenibile nel settore della mobilità, offrendo un esempio concreto per altre comunità che desiderano adottare soluzioni di trasporto ecologiche ed efficienti.

Ultima modifica: 22 Giugno 2023