L’aria di Londra è la migliore degli ultimi 10 anni

2236 0
2236 0

Le centraline che misurano lo smog londinese hanno dato un’ottima notizia: l’aria di Londra oggi è la migliore degli ultimi 10 anni. Gli sforzi fatti per salvaguardare l’ambiente stanno dando buoni frutti. La notizia, riportata sul sito della BBC, ha del positivo ma c’è ancora tanto da fare. Ecco perché.

LA SITUAZIONE DI LONDRA

Sadiq Khan, Sindaco di Londra da quasi due anni, ha sempre mostrato di avere a cuore la guerra all’inquinamento. Solo un anno fa ha pensato a un piano dal costo complessivo di 515 milioni di sterline per togliere dalla città le auto più inquinanti e incentivare l’acquisto di veicoli ecosostenibili, poi l’introduzione della T-Charge, la criticata tassa da 21 sterline al giorno sui veicoli pre Euro 4, e le zone con bus a bassa emissione (Lebz). Ma l’attenzione del primo cittadino è anche nelle piccole cose, come i tweet ai suoi concittadini che amano la corsa per suggerire loro di non uscire in un giorno particolare perché l’aria è troppo inquinata e dunque pericolosa.

“La qualità dell’aria di Londra è entro i limiti di legge per la prima volta nell’ultimo decennio”, ha comunicato Khan negli scorsi giorni. Una battaglia importante, che non è ancora giunta alla vittoria: “Fino ad ora quest’anno, il NO2 (biossido di azoto) non ha superato i limiti, ma è probabile che ciò avvenga entro la fine di questo mese”, ha concluso il sindaco. Secondo un recente studio, del resto, Marylebone Road e Hyde Park Corner, entrambe zone nel cuore della city, sono i luoghi più inquinati di tutta la Gran Bretagna.

BIOSSIDO D’AZOTO: UN RISCHIO PER LA SALUTE

Il biossido d’azoto, che deriva principalmente dalle emissioni dei motori diesel, dalle stufe a gas e dal fumo di tabacco, hanno conseguenze importanti per la salute e Khan lo sa: “Il mio obiettivo è quello di ridurre le morti da inquinamento”, ha detto soltanto lo scorso ottobre. Irritazione oculare, nasale o a carico della gola, alterazioni della funzionalità respiratoria nei bambini, nelle persone asmatiche o affette da bronchite cronica: il percorso per migliorare la situazione è ancora lungo, ma passo dopo passo Londra proverà a farcela e a dare così l’esempio anche agli altri Paesi.

Ultima modifica: 29 Gennaio 2018