Per rendere l’impianto ecologico Toyota pianta 50.000 alberi

1188 0
1188 0

 

 

 

{{IMG_SX}}Un gran numero di volontari – membri della comunita’ locale, funzionari di Toyota City, dirigenti della Toyota a  partire dal presidente Katsuaki Watanabe, dipendenti della compagnia e i loro familiari – si sono radunati
nell’impianto di Tsutsumi Plant per piantare 50.000 alberi nei pressi della fabbrica dove, tra gli altri modelli, viene prodotta anche la Prius. L’evento e’ stato ideato per creare un ambiente multiforme utilizzando alberi nativi della zona. Dopo aver condotto un’accurata ricerca sulla vegetazione locale, sono stati impiantati 55 diversi tipi di alberi, compresi il ”sudajii” (una sorta di faggio marino) e l”’arakashi” (un tipo di quercia giapponese), per creare un sito di produzione che dovrebbe servire anche come habitat lussureggiante e diverso per molte creature viventi. 

 

Oltre agli alberi, la Toyota sta applicando il suo know-how sulla biotecnologia e sul rimboschimento anche con altri interventi, come i ”tetti verdi” dell’impianto di Tsutsumi ricoperti con una vegetazione capace di assorbire gli NOx. Le attivita’ produttive sostenibili nella fabbrica di Tsutsumi, prosegue Toyota, non si limitano all’impianto di alberi o di altri tipi di vegetali. Nello scorso mese di marzo, nell’impianto e’ stato installato un sistema di generazione fotovoltaico per ridurre le emissioni di CO2.

 

{{}}Questo sistema, che utilizza energia naturale, ha una potenza di 2.000kW, che ne fa, secondo una ricerca dela Toyota, uno dei sistemi di generazione fotovoltaici piu’ grandi attualmente in funzione negli impianti
automobilistici nel mondo.  Queste attivita’ puntano ai tre obiettivi di raggiungere prestazioni ambientali d’avanguardia introducendo tecnologie innovative e iniziative di miglioramento continuo; ridurre la CO2 utilizzando energia rinnovabile, come biomassa e fonti naturali, come il solare e l’eolico; contribuire alla comunita’ locale e conservare l’ambiente impiantando alberi nei siti delle fabbriche e nei loro dintorni.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017