Techrules Ren RS, hypercar cinese da 1300 cv con DNA italiano

1097 0
1097 0

Techrules Ren RS, al Salone di Ginevra c’è una hypercar cinese da 1.300 cavalli con DNA italiano. Un bolide ibrido disegnato da Fabrizio e Giorgetto Giugiaro, mentre l’ingegnerizzazione è curata dalla LM Gianetti di Torino.

Techrules Ren RS, nata per la corsa

“Erede” del modello presentato durante lo scorso Salone, si presenta come monoposto da corsa. Dispone del telaio in fibra di carbonio, di sospensioni push rod a triangoli sovrapposti e impianto frenante dischi carboceramici da 380 millimetri (di AP Racing ) e pinze a sei pistoncini all’anteriore e da 355 mm e pinze a quattro pistoncini al posteriore. Per mordere l’asfalto.

Fa bella mostra la grande ala posteriore regolabile e anche l’anteriore è stato ottimizzato per ottimizzare il carico aerodinamico e il raffreddamento. Come nel modello del 2017 il tetto a cupola è una caratteristica distintiva.

Sei motori elettrici e turbina a gasolio

Sono sei i propulsori elettrici che spingono Ren RS: quattro dietro e due davanti. La batteria a litio-ioni-polimeri ha una capacità di 28,4 kWh. L’autonomia è aumentata da range extender. Che possono essere un generatore di corrente collegato a una turbina da 30 kW o a due turbine da 80 kW alimentate a gasolio, una soluzione particolare.

La potenza erogata è di 1287 cavalli e 2340 Nm di coppia.

Ren RS può andare anche solo con i quattro motori posteriori, arrivando  870 cavalli. Le prestazioni: un’accelerazione da 0 a 100 in 3 secondi e velocità massima  di 330 km orari.

Ultima modifica: 8 marzo 2018

In questo articolo