Ferrari 488 Pista al Salone di Ginevra, nuovo video e immagini | VIDEO

8421 0
8421 0

Ferrari 488 Pista al Salone di Ginevra, ecco la purosangue di Maranello accompagnata da un nuovo filmato e immagini. Questa speciale berlinetta V8 turbo è la più estrema delle stradali del Cavallino Rampante.

La sue performance sono certificate dall’ottimo tempo sul giro di pista nel circuito di Fiorano. Completato  in 1 minuto, 21 secondi e 5 decimi. L’accelerazione da 0 a 100 km/h si completa in soli 2,85 secondi. Da 0 a 200 in 7,6 secondi: la velocità massima è di 340 km/h.

Il V8 di 3.9 litri turbo

Ferrari 488 Pista è in grado di erogare 720 cavalli a 8000 giri al minuto. Con la miglior potenza specifica della classe, pari a 185 cv/litro, mentre la coppia massima è incrementata a tutti i regimi, fino a 770 Nm di picco (+10 Nm vs 488 GTB). Adotta il V8 più potente nella storia della Ferrari.

L’incremento di 50 cv sul motore della 488 GTB rappresenta inoltre il più alto aumento di potenza rispetto alla vettura “base” di tutte le versioni speciali Ferrari. Ben 115 cv in più rispetto al precedente modello, la 458 Speciale. Il suo V8 si posiziona dunque come punto di riferimento non solo per i motori turbo ma per tutti i motopropulsori in senso assoluto.

Per la prima volta su una Ferrari debutta un controllo di dinamica laterale che utilizza un canale di comando collegato alla pressione idraulica dell’impianto frenante. E’ il Ferrari Dynamic Enhancer (FDE), disponibile in posizione “CT-OFF” del manettino. E si basa sulla regolazione delle variabili di dinamica laterale, tra cui la stima dell’angolo di assetto. Il sistema di controllo interviene in anticipo, con leggere attuazioni sulle pinze dei freni, nelle situazioni di percorrenza e uscita curva.

Ferrari 488 Pista beneficia dell’approfondito lavoro di ricerca aerodinamica, che punta sulla performance senza compromessi. È stata migliorata la già eccezionale efficienza aerodinamica della 488 GTB, incrementandone il valore del 20%. A tutto vantaggio delle prestazioni velocistiche, del tempo sul giro su tracciati medio-veloci e del divertimento di guida.

Ultima modifica: 8 marzo 2018

In questo articolo