Mercedes EQE, la grande berlina elettrica con 660 km di autonomia

486 0
486 0

EQE è l’alter ego elettrico di Mercedes Classe E, la classica grande berlina della Casa della Stella a tre punte. Segna un passo storico per il Marchio, affiancando la Classe E tradizionale, ma proiettandosi in un futuro a batterie.

Mercedes EQE, presentata al Salone di Monaco, mutua molte tecnologie dalla ammiraglia a elettroni EQS, è lunga 4,95 metri, larga 1,96 e alta 1,51. Eccezionale il passo 3,12 metri (su Classe E è 2,94 con 4,92 metri di lunghezza) che garantisce una grande abitabilità interna.

Dimensioni da Segmento E abbondanti, infatti nasce sulla piattaforma Eva2 (Electric Vehicle Architecture), la stessa di EQS.

Lo stile riprende quello della sorella maggiore, più dinamico rispetto a quello dei modelli endotermici e più sportivo anche rispetto a EQS, rispetto alla quale evidenzia fari più squadrati e spalle più larghe.

Le sospensioni sono le stesse della “sorellona. E’ disponibile anche l’asse posteriore sterzante, con le ruote posteriori che controsterzano a bassa velocità per conferire più agilità. E sterzano in sincrono alle alte andature per dare maggiore stabilità.

Stessa musica anche in abitacolo. Dove troneggia lo spettacolare Hyperscreen, la plancia tutta digitale e vetrata con i tre display, strumentazione, infotainment e dedicato al passeggero, che si estendono in larghezza per ben 141 centimetri. Ovviamente tutto gestibile con il sistema MBUX, anche a comandi vocali, dotato di una avanzata intelligenza artificiale.

Connessa al massimo livello, dotata di sistema di assistenza alla guida di livello 2 avanzato (prossima la livello 3), Mercedes EQE arriverà sul mercato nel 2022. 

EQE, a trazione posteriore e integrale. Potenza e autonomia

La prima versione a essere lanciata sarà EQE 350. Sarà dotata di un motore elettrico posteriore da 292 cavalli di potenza e 530 Nm di coppia. Arriveranno anche altre versioni, oltre che a trazione posteriore: in primis la integrale 4Matic con due motori, uno per asse. 

EQE dispone di avanzate batterie dalla capacità di 90 kWh in nichel-cobalto-manganese (ma con poca presenza, meno del 10% dell’inquinante cobalto) che possono essere caricate dalla fast charge (corrente continua, DC) fino a 170 kW (80% in 32 minuti o 250 km in 15 minuti).

L’autonomia dichiarata è di 660 chilometri. Un raggio di azione importante.

Ultima modifica: 7 settembre 2021

In questo articolo