Hyundai racconta il suo progetto verso le zero emissioni per il 2045

440 0
440 0

Hyundai punta a diventare carbon neutral entro il 2045. Ha illustrato il suo piano al Salone di Monaco.

La strategia integrata di Hyundai per raggiungere la neutralità carbonica si basa su tre pilastri: mobilità pulita, piattaforme di nuova generazione ed energia verde. In occasione di IAA, in programma dal 6 al 12 settembre a Monaco di Baviera, Hyundai mostra l’intera gamma di veicoli elettrificati e le ultime soluzioni per progredire con un’energia positiva.

Nell’ambito della nostra vision Progress for Humanity, Hyundai è determinata a fare la cosa giusta per il mondo“, ha affermato Jaehoon (Jay) Chang, Presidente e CEO di Hyundai Motor Company. “Il cambiamento climatico è una sfida innegabile che richiede un’attenzione massima e urgente da parte di tutti. Hyundai si impegna a essere carbon neutral nei suoi prodotti e nelle sue operazioni globali entro il 2045, e faremo investimenti in trasporti più puliti e soluzioni energetiche più ecologiche per ottenere un futuro migliore e più sostenibile per tutti”.

Allo stand Hyundai i visitatori di IAA possono trovare i concept BEV, un modello robotaxi completamente elettrico e alcune rappresentazioni artistiche sulla catena del valore dell’idrogeno. I visitatori possono raggiungere i vari spazi fisici di IAA attraverso il servizio Hyundai Blue Lane, che offre l’opportunità di provare gli ultimi modelli green del brand, tra cui IONIQ 5, NEXO, KONA Electric e l’autobus Elec City Fuel Cell.

La presenza di Hyundai a IAA è fruibile anche in digitale. Il video della conferenza stampa è caricato sul canale YouTube di Hyundai.

Con una nuova sede e un formato ibrido live-digitale, l’IAA di quest’anno è molto diversa dalle precedenti, e siamo molto felici di partecipare ancora una volta come espositori“, ha detto Michael Cole, Presidente e CEO di Hyundai Motor Europe. “Siamo entusiasti di condividere la nostra visione aziendale futura, che va oltre la mobilità automobilistica. Insieme a questo, stiamo delineando la nostra roadmap per costruire una società a zero emissioni, che è un vero imperativo, considerando che è in gioco il futuro del pianeta“.

La roadmap verso la Carbon Neutrality

A IAA 2021 Hyundai annuncia il suo impegno a ridurre entro il 2040 le sue emissioni di carbonio del 75% rispetto al livello del 2019. Hyundai raggiungerà la neutralità carbonica nei suoi prodotti e nelle sue operazioni globali entro il 2045.

La strategia integrata e multidimensionale di Hyundai per raggiungere questo obiettivo si fonda su tre pilastri: espandere la sua gamma green, sviluppare piattaforme di prossima generazione e investire in tecnologie e soluzioni di energia verde.

Pilastro 1: Mobilità pulita

Dalla presentazione del suo primo concept EV, nel 1991, Hyundai ha fatto notevoli progressi verso la riduzione delle emissioni di carbonio, grazie alla sua leadership nella mobilità pulita.

Hyundai si impegna ad aumentare gradualmente la quota di vendite di veicoli a zero emissioni (ZEVs) nei prossimi anni. Entro il 2030, Hyundai punta a raggiungere il 30% delle sue vendite globali di veicoli a zero emissioni, ed entro il 2040 prevede che i veicoli elettrici a batteria (BEV) e i veicoli elettrici a celle a combustibile (FCEV) rappresenteranno l’80% delle vendite totali della sua flotta.

In Europa, Hyundai prevede di offrire esclusivamente veicoli a zero emissioni (ZEVs) a partire dal 2035. Entro il 2040, Hyundai eliminerà gradualmente nei principali mercati tutti i veicoli che utilizzano combustibili fossili, sostenendo la transizione verso una mobilità pulita.

Veicoli elettrici a batteria (BEV)

Nell’agosto 2020, Hyundai ha lanciato il suo nuovo brand IONIQ dedicato ai veicoli elettrici (BEV), riaffermando il suo impegno nell’era della mobilità elettrificata. Successivamente, nello stesso anno, Hyundai Motor Group ha presentato la sua Electric-Global Modular Platform (E-GMP) dedicata ai veicoli elettrici.

Hyundai IONIQ 5, lanciata nel febbraio 2021, è il primo modello elettrico del brand costruito sulla piattaforma E-GMP e ha stabilito un nuovo punto di riferimento per ridefinire lo stile di vita della mobilità elettrica con caratteristiche sostenibili e innovative, come il sistema multi-carica a 400V e 800V e il Vehicle-to-Load (V2L).

Il prossimo modello elettrico di Hyundai sarà IONIQ 6, che trae ispirazione dal concept elettrico Prophecy, esposto a IAA 2021. IONIQ 6 offrirà l’esperienza di un veicolo elettrico a batteria con un focus su soluzioni personalizzate ed ecologiche che possono adattarsi a qualsiasi stile di vita.

Veicoli elettrici a celle a combustibile (FCEV)

Hyundai investe nella tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno da più di 20 anni. Nel 2013 ilbrand ha lanciato ix35, il primo veicolo a idrogeno al mondo ad essere prodotto in serie, seguito nel 2018 da NEXO, il primo SUV alimentato a idrogeno. Lo scorso anno, Hyundai ha consegnato XCIENT Fuel Cell, il primo camion a celle a combustibile prodotto in serie al mondo, ad alcuni clienti in Svizzera. Hyundai ha inoltre recentemente presentato il suo autobus Elec City Fuel Cell a Monaco e il veicolo è ora in fase di test in Europa.

A IAA, Hyundai svela la sua roadmap a idrogeno per i prossimi anni. Nel 2023, Hyundai presenterà il prossimo modello di NEXO e un nuovo MPV sempre alimentato a idrogeno. Hyundai prevede anche di lanciare un SUV di grandi dimensioni alimentato da celle a combustibile dopo il 2025.

Inoltre, Hyundai fornirà i suoi propulsori a celle a combustibile a tutti i tipi di flotte di mobilità e ad altri settori.

Pilastro 2: Piattaforme di prossima generazione

Hyundai ha effettuato investimenti importanti nel campo delle piattaforme di trasporto di nuova generazione. Questo include una serie innovativa di opzioni per andare da un punto A ad un punto B, come UAM e veicoli autonomi, che offrono una maggiore libertà di mobilità senza impronta di carbonio. Queste piattaforme sono in linea con la visione Progress for Humanity dell’azienda e mostrano l’impegno di Hyundai nel miglioramento della vivibilità urbana per le future generazioni.

Hyundai racconta il suo progetto verso le zero emissioni per il 2045 - (Photo_3) Hyundai Motor's booth at IAA Mobility 2021_IONIQ 5-based robotaxi

Robotaxi basato su IONIQ 5

Hyundai offre a IAA Mobility 2021 un primo assaggio del suo innovativo modello di robotaxi. Il brand ha collaborato con Motional, leader globale nella tecnologia senza conducente, per sviluppare il veicolo di guida autonoma di livello 4 SAE, basato su IONIQ 5.

Con una suite di sensori avanzati collegata all’ultimo modello elettrico di Hyundai, il robotaxi IONIQ 5 presenta un design guidato dalla tecnologia che celebra l’innovazione alla base del funzionamento autonomo. Gli interni saranno caratterizzati da una serie di interfacce incentrate sui passeggeri per consentire loro di interagire in modo intuitivo con il veicolo durante il percorso. Motional utilizzerà il robotaxi nel suo servizio pubblico di ride-hailing senza conducente a partire dal 2023.

Mobilità aerea urbana (UAM)

Al CES 2020, Hyundai ha presentato il modello concept UAM, S-A1, sviluppato sulla base di quattro principi: soluzioni sicure, silenziose, accessibili e incentrate sui passeggeri. Hyundai mira a lanciare un modello UAM interamente elettrico ottimizzato per attività interne alla città. Nel 2030, Hyundai prevede di lanciare la mobilità aerea regionale che colleghi città adiacenti.

Pilastro 3: Energia verde

La strategia carbon neutral di Hyundai va oltre la transizione verso i veicoli a zero emissioni e punta a fornire soluzioni energetiche più pulite e più verdi per tutti. Questo comprende non solo l’uso di energia rinnovabile negli impianti di produzione dell’azienda, ma anche investimenti a lungo termine in tecnologie future, come l’idrogeno verde basato sull’energia rinnovabile, il Vehicle-to-grid (V2G) e il Second Life Battery Energy Storage System (SLBESS).

Idrogeno verde

L’idrogeno verde ottenuto dall’elettrolisi dell’acqua generata da fonti di energia a basso contenuto di carbonio dovrebbe ridurre significativamente le emissioni di carbonio. Hyundai ha investito in startup globali, come H2Pro, per cooperare nel campo dell’idrogeno verde. Inoltre, Hyundai prevede di stabilire infrastrutture di idrogeno verde in paesi con un forte sostegno governativo e abbondanti fonti di energia rinnovabile.

Riduzione del carbonio nei siti

Hyundai ha messo in campo una serie di attività per ridurre la quantità di carbonio e di altre emissioni di gas serra prodotte dai suoi processi produttivi. Queste azioni includono il proseguimento delle attività di riduzione dell’energia e la costruzione di impianti ecologici convertendoli verso fonti di energia rinnovabili come il fotovoltaico.

A luglio, Hyundai si è unita ad altre affiliate di Hyundai Motor Group per aderire al Climate Group’s RE100, un’iniziativa globale votata allo spostamento verso il 100% di energia rinnovabile. Proprio in questo scenario, l’impianto Hyundai Motor Manufacturing Czech sarà la prima fabbrica dell’azienda, nel 2022, a convertire completamente il suo uso dell’elettricità in energia rinnovabile. Entro il 2040, l’azienda mira a soddisfare il fabbisogno di elettricità di oltre il 90% delle sue operazioni globali con energia rinnovabile. Hyundai si impegna inoltre ad alimentare tutte le sue operazioni globali esclusivamente con energia rinnovabile entro il 2045.

Vehicle-to-grid (V2G)

V2G è l’ultima tecnologia che permette all’energia di tornare alla rete elettrica dalla batteria di un veicolo elettrico. Permette una gestione efficiente della domanda di energia soprattutto durante le ore di punta, riducendo così la dipendenza dai combustibili fossili.

Hyundai sta attualmente conducendo diversi programmi pilota V2G con vari soggetti attivi nel mercato. L’azienda prevede di implementare la funzione V2G nei suoi prossimi modelli elettrici a batteria.

Second Life Battery Energy Storage System (SLBESS)

Hyundai si sta anche impegnando nel recupero e trasformazione delle batterie a fine vita in un nuovo business del sistema di stoccaggio dell’energia. Hyundai sta attualmente lavorando con vari partner energetici locali per realizzare progetti pilota che mirano al riutilizzo commerciale delle batterie EV second-life. Inoltre, l’azienda ha in programma di testare un’applicazione di piccole dimensioni di SLBESS in Germania il prossimo anno.

IAA Mobility è l’occasione perfetta per svelare la nostra visione globale per la carbon neutrality. IAA è un’altra pietra miliare lungo il percorso di sostenibilità che abbiamo intrapreso da anni. Hyundai rimarrà ferma nella ricerca sulla neutralità del carbonio e sarà leader nello sviluppo di soluzioni olistiche“, ha detto Thomas Schemera, Global Chief Marketing Officer di Hyundai Motor Company.

Come fornitore di soluzioni di smart mobility, Hyundai aspira anche a fornire soluzioni energetiche per le imprese e la società in generale. Il cambiamento climatico non sarà risolto senza un impegno stabilito. Ci impegneremo a fare di più per l’ambiente attraverso diversi progetti di sostenibilità nei mesi a venire, invitando tutti a unirsi a noi nel nostro viaggio verso un futuro più pulito“, ha aggiunto Schemera.

 

Ultima modifica: 6 settembre 2021

In questo articolo