Volvo S90 Ambience Concept, l’auto che stimola i sensi

774 0
774 0

Volvo S90 Ambience Concept, presentata al Salone di Pechino offre un’esperienza sensoriale in grado di sincronizzare stimoli visivi, sonori e olfattivi. E’ un prototipo destinato a ridefinire il concetto di lusso a bordo dell’auto. Volvo vuole rendere disponibile questa proposta sulle vetture S90 Excellence. Specialmente per il mercato cinese.

I passeggeri hanno la possibilità di personalizzare l’atmosfera dell’abitacolo utilizzando una app per smartphone intuitiva da cui si può selezionare uno di sette temi visivi sincronizzati a loro volta con specifici temi sonori e olfattivi.

Pensata per i passeggeri al posteriore

La concept è basata sulla berlina di lusso a tre posti S90 Excellence – posizionata al top della gamma Volvo – ed è progettata per soddisfare le esigenze dei passeggeri che occupano i sedili posteriori a bordo di vetture con autista.

L’elemento visivo modifica il cielo della vettura in base al tema selezionato – fra i temi disponibili: Luci del Nord, Foresta Scandinava, Lago dei Cigni, Arcipelago e Pioggia –, ciascuno dei quali crea un’atmosfera diversa in una progressione che va da quella rilassante alla più rinvigorente. C’è anche un tema Notturno per i momenti di riposo, mentre Libertà dà una sferzata di energia stimolante e rigenerante.

L’audio sincronizzato viene diffuso attraverso l’eccellente impianto Bowers & Wilkins della vettura che include mini tweeter nel poggiatesta per un’esperienza di suono avvolgente. Ogni tema è abbinato a una di quattro fragranze realizzate in esclusiva da Byredo, che viene diffusa simultaneamente da una bocchetta posizionata nella console centrale.

“Siamo noti per il nostro approccio al design orientato all’individuo e come leader di settore nell’ambito della tecnologia per la sicurezza,” ha commentato Robin Page. “La Ambience consolida questa posizione e dimostra il livello di attenzione che abbiamo per l’individuo, attenzione che inizia con la sicurezza e si estende fino al benessere della persona nel suo complesso.”

Ultima modifica: 23 aprile 2018

In questo articolo