Cupra Tavascan, concept che prefigura il SUV elettrico e sportivo

190 0
190 0

Cupra Tavascan è il prototipo di SUV elettrico del Marchio sportivo spagnolo. 

Unisce la silhouette di un crossover cinque porte, i punti di forza di un SUV e l’eleganza di una sport coupé. Si tratta della prima vettura stradale del marchio con un propulsore completamente elettrico, e ciò ne esalta ed enfatizza le proporzioni, con zero emissioni.

Cupra Tavascan Concept prende il nome da un piccolo paese sui Pirenei, reso unico dai paesaggi mozzafiato e dalla natura circostante.

Le parole di Wayne Griffiths, CEO di Cupra

Oltre che con Cupra Formentor, che lanceremo nel 2020 insieme ad altri due modelli ibridi plug-in ad alte prestazioni, abbiamo dato dimostrazione delle nostre capacità tecnologiche sviluppando la prima turismo da gara completamente elettrica al mondo, la Cupra e-Racer. Ora con Cupra Tavascan Concept, portiamo questa visione su un’auto stradale, dimostrando che le prestazioni possono essere elettrificate”.


L’esterno di Tavascan combina prestazioni ed efficienza, portando muscolosità e dinamismo al segmento, riducendo nel contempo il proprio impatto ambientale.

Il design del frontale ne enfatizza la personalità elettrica con il logo Cupra in posizione ribassata, che consente di modificare totalmente il punto focale. Ogni presa d’aria aumenta inoltre l’efficienza, consentendo all’aria di scorrere fluidamente sulla carrozzeria della vettura, oppure confluire all’interno per raffreddare le batterie.


Il flusso d’aria è una componente essenziale del Cupra Concept. I muscolosi passaruota ospitano cerchi in lega da 22” con design a turbina, il cui design è pensato per spostare agilmente l’aria, permettendo al SUV coupé di planare, minimizzando la resistenza dell’aria.

Aerodinamica, un fattore speciale

Nel posteriore, il diffusore conferisce un fattore aerodinamico funzionale, trasmettendo inoltre un feeling emozionale delle alte prestazioni della vettura, rimarcate dall’elegante illuminazione posteriore “coast-to-coast”, che aumenta visivamente la possanza dell’auto e incorpora il logo Cupra.

Cupra Concept sposa un sofisticato colore che richiama il metallo liquido che accentua ed enfatizza il design esterno, con fibra di carbonio tono su tono e delicati dettagli in rame a sottolinearne l’aspetto espressivo.

Interni speciali

L’abitacolo è uno spazio che combina materiali e tecnologia con i concetti di ampiezza e si concentra per creare un abitacolo dal perfetto equilibrio tra orientamento al guidatore e comfort dei passeggeri.

Per gli interni della Concept sono stati utilizzati colori a contrasto, carbonio strutturale e un approccio dinamico a tecnologia e design per ottenere un abitacolo lussuoso e leggero.


L’illuminazione ambiente diffusa a LED accoglie i passeggeri all’apertura delle porte, e i materiali presenti all’interno, pelle, carbonio e Alcantara®, racchiudono emozione.

I sedili sportivi di tipo Bucket rivestiti in pelle con effetto 3D appagano estetica e funzionalità, mentre il cruscotto ad ala sembra fluttuare nella parte anteriore dell’abitacolo, conferendogli direzionalità e un senso di spazio. Dietro al volante, il guidatore è al centro, con un cruscotto digitale da 12,3” che offre tutte le informazioni necessarie, insieme a un display per l’infotainment da 13”.

Gli interni  sono adattabili. Lo schermo integrato dentro ciascuno dei sedili bucket si può ruotare, all’occorrenza, verso il passeggero. La connettività tramite smartphone e gli speaker, invece, consentono a ciascun occupante di approfittare dello spazio di bordo.

Motori, potenza e autonomia

Due motori, uno su ogni asse, erogano una potenza totale di 306 CV di potenza a tutte e quattro le ruote, offrendo prestazioni pure. Cupra Concept vanta un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 6,5 secondi.

E la velocità è solo una parte della storia. La Concept, basata sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, è dotata di un pacco batteria agli ioni di litio da 77kWh che consente un’autonomia che arriva a 450 km (dato basato sullo stringente ciclo di test WLTP). Inoltre, essendo il pacco alloggiato sul pianale della vettura, il centro di gravità rimane basso, per una guida più precisa e coinvolgente.

Ultima modifica: 9 settembre 2019

In questo articolo