Audi AI:TRAIL quattro: l’off-road a guida autonoma al Salone di Francoforte

622 0
622 0

Dopo le prime immagini in anteprima pubblicate lo scorso agosto (qui il nostro articolo), Audi presenta finalmente al Salone di Francoforte 2019 (10-22 settembre) Audi AI:TRAIL quattro, un concept futuristico che promette di riscrivere le regole per la categoria off-road.

Audi AI-Trail quattro 1
Audi AI-Trail quattro (Foto: Audi)

Si tratta di un veicolo 4×4 al cento per cento elettrico, dotato anche di un sistema di guida autonoma di livello 4. Esteticamente è un concentrato di soluzioni futuristiche: si presenta come una sorta di grande dune buggy coperto, dai volumi agili e slanciati. Spiccano i finestrini, estremamente ampi, che ricoprono tutti i fianchi del veicolo. Grande è anche il parabrezza, che assicura una visibilità eccezionale.

Le dimensioni totali non sono eccessive: 4,15 metri di lunghezza, 2,15 di larghezza e 1,67 di altezza. Dati che contribuiscono a restituire un aspetto agile. Monta grandi ruote da 22 pollici e lo stacco da terra misura 34 centimetri: accorgimenti adatti alla guida off-road. All’interno c’è posto per quattro persone e i sedili posteriori sembrano delle piccole amache, che si possono estrarre per essere usate anche all’aperto.

Audi AI-Trail quattro 5
Audi AI-Trail quattro (Foto: Audi)

L’Audi AI:TRAIL quattro è dotato di quattro motori elettrici e ha naturalmente la trazione integrale. Batterie e trasmissione sono state installate fra i due assi, permettendo così di mantenere ridotti gli sbalzi e assicurare una maggiore manovrabilità.

Il powertrain può sviluppare fino a 435 cavalli di potenza e una coppia di 1.000 Nm, promettendo un’autonomia fra i 300 e i 400 chilometri con una carica. La velocità non è il punto forte: solo 130 km/h di punta, più che sufficienti per un mezzo pensato per la guida off-road.

Fra le funzioni più eccentriche segnaliamo i quattro droni di cui Audi AI:TRAIL quattro è accessoriato. Il loro obiettivo è quello di alzarsi in volo e illuminare e filmare il tracciato davanti al veicolo, consentendo una guida più sicura.

Ultima modifica: 10 settembre 2019

In questo articolo