Pirelli Scorpion, nuova gamma per il pneumatico Suv. Estivo, all season e invernale

838 0
838 0

Pirelli Scorpion, si rinnova la gamma di  pneumatici dedicata ai Sport Utility Vehicle (SUV).

Il peso maggiore, il baricentro alto, una meccanica e dinamica di guida uniche sono le principali caratteristiche dei moderni Sub. Caratteristiche che li differenziano rispetto alle più tradizionali berline o station wagon e che quindi portano alla necessità di avere pneumatici con prestazioni dedicate. Risponde a questa esigenza la nuova gamma di pneumatici Scorpion, che trasferisce al mondo SUV molte delle innovazioni tecnologiche recentemente introdotte da Pirelli nella nuova famiglia Cinturato, con specifici adattamenti e soluzioni per le peculiarità di questi veicoli.

Ne risulta una gamma con le tecnologie più moderne, capaci di adattarsi al meglio alle prestazioni delle auto di oggi, comprese quelli con le motorizzazioni green; la famiglia Scorpion, infatti, è quella che nel portafoglio Pirelli registra il maggior numero di omologazioni su auto elettriche o ibride plug-in, un percorso iniziato con la precedente generazione e che oggi prosegue con i nuovi prodotti. Questi pneumatici sono riconoscibili per la marcatura Elect sul fianco. A conferma dell’elevato contenuto tecnologico è anche la disponibilità di “optional” Pirelli: PNCS per contribuire a ridurre il rumore di rotolamento all’interno dell’abitacolo, Run Flat e Seal Inside per continuare a viaggiare anche dopo una foratura. 

Le caratteristiche tecniche della famiglia rinnovata – con l’estivo Scorpion, lo Scorpion All Season SF2 e il nuovo invernale Scorpion Winter 2 – sono state presentate oggi da Francesco Sala, Executive Vice President Region Europe; Aldo Nicotera, Chief Commercial Officer Region Europe e Paolo Brivio, Chief of Product Development, in una conferenza stampa internazionale trasmessa in streaming su una piattaforma virtuale.

Per lo sviluppo della nuova gamma Scorpion, Pirelli ha applicato il proprio approccio di progettazione “Eco-Safety”, che punta a coniugare un basso impatto ambientale (bassa resistenza al rotolamento, ridotto rumore di rotolamento ed elevato chilometraggio) alle migliori prestazioni legate alla sicurezza di guida (brevi spazi di frenata, grip, stabilità del veicolo e basso rischio di aquaplaning) grazie all’innovazione nei materiali e all’impiego dei moderni strumenti di virtualizzazione durante il processo di sviluppo. 

Tutti i nuovi Scorpion sono più efficienti nel ridurre i consumi di carburante o delle batterie delle auto elettriche, più silenziosi e durano più a lungo rispetto alla generazione precedente, caratteristiche che contribuiscono a una sempre maggiore sostenibilità negli spostamenti. Risultati ottenuti grazie all’impiego di nuove mescole battistrada, alla costruzione realizzata con nuovi materiali nella carcassa e allo sviluppo di innovativi disegni battistrada, che consentono di mantenere le prestazioni più a lungo rispetto a prima.

In particolare, seguendo l’approccio Eco-Safety applicato alla dinamica e al peso dei SUV, per favorire la controllabilità in manovre di emergenza (come l’evitamento di un ostacolo o una frenata improvvisa) si è adottata una particolare struttura rinforzata del pneumatico in grado di sostenere gli elevati trasferimenti di carico sui pneumatici, per agevolarne una corretta distribuzione di pressione nell’impronta e consentire una risposta dinamica del veicolo equilibrata e controllabile. 

L’intera nuova gamma Scorpion ambisce a raggiungere oltre 400 omologazioni in primo equipaggiamento, delle quali oltre il 50% per i veicoli della nuova mobilità elettrica. 

 

Il nuovo pneumatico summer Pirelli Scorpion presenta un nuovo disegno battistrada asimmetrico che, grazie alla maggiore rigidezza e alla conformazione degli incavi longitudinali e laterali, consente una miglior frenata sia su asciutto sia su bagnato rispetto al prodotto precedente, favorendo una maggior sicurezza di guida. L’impronta a terra più omogenea del nuovo battistrada, raggiunta grazie alla particolare curvatura del profilo della copertura, insieme alle caratteristiche di rigidità del battistrada e della mescola, permettono di ridurre la resistenza al rotolamento e di conseguenza i consumi di carburante o delle batterie per un veicolo elettrico. Infatti le diverse misure di Scorpion sono tutte nelle classi A o B dell’etichetta europea per quanto riguarda la resistenza al rotolamento. 

La sicurezza è stata, anche per il nuovo Scorpion, centrale nella progettazione.  Infatti, grazie alla rigidità del battistrada, a un innovativo design dei tasselli e alla mescola si è migliorata la frenata su asciutto (7%) e bagnato (7%) rispetto al precedente Scorpion Verde. I valori dell’etichetta europea della frenata su bagnato di questa gomma sono infatti tutti nelle classi A o B.

La mescola del nuovo Scorpion contiene gomma sintetica di nuova generazione in grado di favorire il corretto equilibrio tra le diverse caratteristiche del prodotto: bassa resistenza al rotolamento, ottime prestazioni di frenata sul bagnato e l’omogeneo consumo del battistrada lungo tutta la vita del prodotto. La mescola del nuovo Scorpion prende origine dall’esperienza tecnologica già applicata al nuovo Cinturato P7, ma irrigidita per far fronte alle peculiarità di questa tipologia di veicoli. Infatti è arricchita con silice, resine specifiche con il compito di aumentare il grip e polimeri funzionalizzati, cioè materiali elastomerici innovativi per migliorare l’interazione con la silice stessa.

Tali materiali polimerici hanno la capacità di cambiare comportamento in base alle temperature di esercizio. Questa nuova mescola ha una forma di “intelligenza meccanica”, grazie a una migliore distribuzione delle particelle di silice e dell’interazione fra queste, che le permette di variare il proprio comportamento in funzione delle condizioni di guida e della temperatura, assicurando al guidatore una finestra di funzionamento ideale molto ampia. Inoltre, l’innovativa mescola dello Scorpion è stata sviluppata utilizzando un processo brevettato da Pirelli e derivato dalla propria esperienza nel motorsport, processo che consente di massimizzare l’omogeneità dei componenti della mescola favorendo così le prestazioni del pneumatico più a lungo sui diversi fondi stradali, in particolare su bagnato dove le condizioni di guida diventano più critiche. 

Questo nuovo pneumatico estivo è disponibile ora in Europa con 26 misure di lancio, dai 18 ai 21 pollici, con già oltre 48 omologazioni raggiunte, delle quali oltre il 75% per veicoli elettrici. Il nuovo Scorpion è inoltre molto silenzioso, con fino a 3dB in meno sul valore di emissione sonora dell’etichetta europea rispetto al prodotto della generazione precedente, con conseguenti benefici in termini ambientali.

Il nuovo Scorpion All Season SF2 è rivolto a chi vuole essere sempre in regola con le normative invernali e non preoccuparsi del cambio gomme stagionale, ed è disponibile in questa prima fase in 33 misure fra i 17 e i 21 pollici. Sulla spalla, i simboli M+S accompagnati dalla marcatura 3PMSF (Three-Peak-Mountain with Snowflake: il simbolo di un fiocco di neve inserito in una montagna stilizzata a tre cime) indicano le ottime performance anche nelle condizioni invernali e certificate dai test richiesti dalla normativa europea, che garantiscono il rispetto delle norme per la circolazione in vigore in diversi Paesi europei durante l’inverno. 

Lo Scorpion All Season SF2 presenta una mescola e un disegno del battistrada che prendono spunto da quello sviluppato per il Cinturato, con alcune peculiarità legate alle caratteristiche dei SUV. Il disegno direzionale del battistrada dello Scorpion All Season SF2 è infatti caratterizzato da una forte presenza di incavi a V che trattengono la neve favorendo quindi il controllo del veicolo su fondi innevati, mentre contribuiscono in situazioni di pioggia a far defluire l’acqua dall’impronta mantenendo sempre il contatto con il suolo, aiutando a prevenire improvvisi e pericolosi fenomeni di aquaplaning. 

Durante la marcia in condizioni invernali e di bassa temperatura, le lamelle del battistrada restano aperte per favorire una miglior frenata su neve, mentre in caso di frenata su asciutto o bagnato si chiudono, aumentando la rigidità dei tasselli, per generare una maggior aderenza sul manto stradale. Questo comportamento adattivo è dovuto alla tecnologia 3D delle lamelle del battistrada che, grazie alla capacità di chiudersi e compattarsi di fatto fuori dal contesto innevato, trasformano un battistrada invernale in uno estivo, permettendo un controllo migliore del veicolo in tutte le condizioni di asciutto e bagnato. Inoltre, la progettazione degli incavi laterali a sezione progressiva, unita all’incavo centrale continuo, favorendo un’efficiente espulsione dell’acqua quando piove, migliorando la sicurezza e la performance in aquaplaning. 

Per supportare la dinamica di guida e il peso dei SUV sono stati introdotti dei tasselli rinforzati nel battistrada, con una dimensione maggiore rispetto a quelli applicati al Cinturato All Season SF2, mantenendo una geometria ad ingresso progressivo in impronta, a vantaggio di una minor emissione di rumore di rotolamento.

La mescola battistrada dello Scorpion All Season SF2 presenta una doppia anima, morbida e adattabile per le condizioni di freddo e bagnato, rigida e stabile per le condizioni di asciutto. Questo meccanismo è permesso dagli innovativi componenti della mescola stessa, tra cui materiali polimerici bifasici legati alle particelle di silice, soluzione che garantisce, oltre che una mobilità alle basse temperature, anche una bassa resistenza al rotolamento, per un minor consumo di carburante o una maggior durata delle batterie.

Infatti le diverse misure di Scorpion All Season SF2 (con esclusione di quelle con tecnologia run flat) sono tutte nelle classi A o B dell’etichetta europea per quanto riguarda la resistenza al rotolamento, in miglioramento rispetto al precedente prodotto. Inoltre, la mescola di questo pneumatico presenta un maggior spettro di temperature di esercizio rispetto al precedente Scorpion, grazie a una mescola più rigida che favorisce anche un minor consumo del battistrada e di conseguenza prestazioni ottimali del pneumatico lungo tutta la sua vita, oltre che una maggior resa chilometrica, elementi che portano a benefici in termini ambientali.

Il nuovo pneumatico invernale per SUV, mette al centro la sicurezza degli automobilisti in tutte le condizioni tipiche della stagione, dalla neve al bagnato, dai fondi viscidi a quelli asciutti a basse temperature. Anche in questo caso, l’innovazione apportata dal nuovo invernale della famiglia Cinturato viene traslata al mondo dei SUV, con un battistrada dotato di lamelle a geometria variabile “allungabili”.

Grazie alla struttura 3D, le lamelle cambiano forma in base allo stato di consumo del battistrada, passando da una forma lineare fino ad assumere una forma sinusoidale (a zig zag) che ne aumenta la superficie e l’efficacia, permettendo allo Scorpion Winter 2 prestazioni su neve, bagnato e asciutto anche da usurato ed estendendone di conseguenza la vita utile rispetto al prodotto precedente. Sono infatti presenti circa 51 metri di lamelle che favoriscono una maggior presa sul terreno con neve, con un incremento del 20% di area utile per la tenuta su neve rispetto al precedente Scorpion Winter. A questo si aggiunge un tassello rinforzato con una dimensione incrementata rispetto al Cinturato, per affrontare le caratteristiche dei moderni SUV, dando, con la mescola, un maggior grip per generare ottime performance di frenata e guida su neve e bagnato.

L’innovativa mescola dello Scorpion Winter 2 è stata infatti sviluppata attraverso l’impiego di un sistema innovativo di polimeri liquidi in grado d’incrementarne la prestazione su pioggia e neve rispetto al precedente prodotto, in sinergia con un processo brevettato da Pirelli e derivato dalla propria esperienza nel motorsport, processo che consente di massimizzare l’omogeneità dei componenti della mescola favorendo così le prestazioni del pneumatico più a lungo su neve e fondo bagnato, con un’ampia resa chilometrica.

 

Pirelli Scorpion, le foto

Ultima modifica: 17 febbraio 2022

In questo articolo