Nissan Altima, una rivoluzione nello stile e nei motori

332 0
332 0

Nissan Altima è uno dei modelli storici della casa giapponese, che lo lanciò nel 1993. In questi 25 anni ha conquistato 5,3 milioni di clienti, ma il calo delle vendite degli ultimi tempi ha consigliato un cambio di passo. La sesta generazione appare quindi rivoluzionata rispetto alle precedenti. Svelata al Salone di New York, per Altima questo può essere un punto di svolta.

Sotto il cofano ci sono le principali novità. La berlina media Nissan ha infatti abbandonato il V6 da 3.5 litri. Altima verrà infatti offerta con un quattro cilindri turbo a compressione variabile da 2.0 litri. Si tratta dello stesso propulsore della Infiniti QX50 da 248 cavalli. Un calo di 22 cavalli rispetto al V6, che va però di pari passo a un incremento della coppia e a un vistoso risparmio (“In doppia cifra”) nei consumi. E’ stato invece aggiornato il motore quattro cilindri aspirato da 2.5 litri, che adesso eroga 188 cavalli. In questa versione è disponibile anche la trazione integrale, a supporto della anteriore standard.

Sotto l’assedio di Suv e Crossover, Nissan ha completamente ridisegnato la propria berlina più venduta. Ridisegnato l’anteriore, con i gruppi ottici che sono piazzati ai lati della nuova e voluminosa griglia V Motion, ispirata al V Motion 2.0 Concept. Stesso lavoro anche ai fari posteriori, con andamento orizzontale e lenti angolari. Il profilo è diventato più aerodinamico e fluido, la linea del tetto più bassa.

Ultima modifica: 29 marzo 2018