Elettrico, ibrido, Diesel e benzina. Auto avanti con giudizio

1073 0
1073 0

Fra i grattacieli di New York il mondo dell’auto si scatta un selfie molto suggestivo e ricco di significati. C’è il futuro elettrico che incombe, c’è l’ibrido declinato in salse differenti (mild hybrid e plug in) e lo zoccolo duro dei motori termici che regge all’urto del nuovo.

«Siamo in un’era di transizione – sintetizza Britta Seeger, membro del board Daimler e capo vendite Mercedes per l’Europa – dobbiamo essere pronti a tutto. Sappiamo che l’elettrico è il punto di arrivo finale ma il nostro compito è soddisfare i desideri dei clienti che chiedono ancora massicciamente diesel e benzina».

Jaguar I-Pace
Jaguar I-Pace

Sul palco del Salone sale la pura elettrica Jaguar I-Pace nominata Auto dell’anno, come a Ginevra, e Mercedes fa sfilare una Special Edition del SUV a elettroni EQC, in arrivo nel 2020.

Mercedes GLS
Mercedes GLS

Entro il 2025 la Stella avrà dieci modelli solo elettrici con una forbice di clienti verdi che oscillerà fra il 15 e il 25 per cento. Eppure sotto le volte del Javits Convention Center sfilano soprattutto grandi SUV con il cuore ibrido e potenti vetture sportive che chiedono all’elettrico la spinta supplementare per raggiungere prestazioni da record.

È un tributo da pagare al mercato americano, che ama i fuoristrada e le auto ad alte prestazioni. Ma è anche un segno di tendenza importante per interpretare il futuro e capire dove sta andando il mondo dell’auto.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio NRING, eccellenza e passione italiana a New York

La strada è ancora lunga

Credo che il periodo di transizione durerà a lungo. E che dovremo abituarci a veder convivere le motorizzazioni di ieri e quelle di domani. Ma questa situazione offrirà al cliente una grande opportunità di scelta. E darà tempo al mondo elettrico di far crescere le infrastrutture necessarie per sostenerlo. A cominciare da una rete efficiente di stazioni di ricarica.

Nessun motivo di panico, dunque, nella scelta della nuova auto. Ciascuno può e deve decidere in base alla propria vocazione ambientalista. Ma anche valutando le esigenze concrete e i chilometri da percorrere. La strada che conduce a elettrico e guida autonoma è lunga anni. Percorriamola con serenità.

Giuseppe Tassi

Outback: Subaru, fedele al suo retaggio, presenta l’auto pragmatica

Ultima modifica: 23 aprile 2019

In questo articolo