Motor Valley nella vetrina mondiale del MotoGP di Misano

182 0
182 0

Due tappe del Motomondiale sulla pista di Misano e poi, il primo novembre, il Gran Premio di F1 a Imola. Se la Motor Valley dell’Emilia Romagna cercava un’ulteriore legittimazione, questo è il momento perfetto.

MotoGP Misano, le Ducati Desmosedici GP con le carene Motor Valley - 1

Scherzi del Covid, che taglia il numero degli spettatori. Ma moltiplica le occasioni per mettere in vetrina impianti e potenzialità tecniche, culturali e gastronomiche di una terra da sempre innamorata dei ’mutur’.

Un’occasione da cogliere anche per Motor Valley, l’associazione che riunisce tutti i brand a due e quattro ruote del territorio. E che ogni anno si mette in vetrina con la Motor Valley Fest di Modena, una rassegna del rombo a cielo aperto. Erede del prestigioso patrimonio del Motor Show di Bologna.

Claudio Domenicali presidente di Motor Valley

Nelle due gare di Motogp, oggi e domenica 20, le Ducati di Dovizioso e Petrucci ospiteranno sulla carena delle loro Desmosedici GP il logo Motor Valley. E’ un’occasione di visibilità unica. Ogni gara di Motogp è seguita da 1 miliardo e mezzo di telespettatori in tutto il mondo.

Motor Valley Fest Digital 2020

A questi si aggiungeranno i 10 mila spettatori che potranno seguire dal vivo ciascuno dei due appuntamenti mondiali. Ne sarà felice Claudio Domenicali, gran capo Ducati e anche presidente di Motor Valley.

I grandi Marchi di Motor Valley

Dentro quel marchio ci sono i brand Dallara, Ducati, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Pagani. E 13 musei del motore, 18 collezioni private di auto, 4 autodromi, 188 team sportivi, 11 piste da karting, 16.550 imprese. E oltre 60 mila addetti per un export da 5 miliardi di euro. Se c’è un motore che può rilanciare il Paese dopo lo shock del Covid, questa fetta d’Italia è già pronta a riaccenderlo.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 13 settembre 2020