Motor Valley, festa sul web con i big dell’auto

482 0
482 0

Dall’impatto del coronavirus sull’industria dell’auto e sulla mobilità al futuro dell’elettrico e del car sharing, passando per la guida autonoma e la sicurezza stradale.

Nonostante l’emergenza sanitaria il Motor Valley Fest, il festival diffuso della Terra dei Motori emiliano romagnola anche quest’anno scende in pista dal 14 al 17 maggio seppure con un’innovativa versione on-line.

Il mondo delle quattro e delle due ruote, dei più importanti circuiti italiani, della ricerca, dell’università, tutte le istituzioni di riferimento si ritrovano in rete con alcuni fra i maggiori protagonisti del settore ed entrano nelle case di migliaia di appassionati per parlare di futuro del comparto e nuovi trend.

Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna, e Claudio Domenicali, CEO Ducati

Un abile cambio marcia da parte della Motor Valley che dà prova di vitalità e capacità di adattamento, puntando sul suo network nazionale e internazionale e diventando piattaforma digitale di promozione di tutto il sistema emiliano-romagnolo e italiano.

Si parte giovedì 14 con il convegno d’apertura – ospitato a porte chiuse al teatro Luciano Pavarotti di Modena – fruibile a livello digitale . In programma tra l’altro la tavola rotonda alla quale parteciperanno i numeri uno dei marchi che hanno fatto la storia dell’automobilismo italiano e internazionale: Louis Camilleri (Ferrari), Claudio Domenicali (Ducati), Stefano Domenicali (Lamborghini), Horacio Pagani (Pagani Automobili), Andrea Pontremoli (Dallara), Harald Wester (Maserati).

La filiera dell’automotive europea può mantenere la leadership nel settore?’, sarà uno degli interrogativi al centro del confronto. E non mancherà anche quest’anno il format ‘Innovation & Talents’, l’area dedicata ai talenti e al mondo universitario e delle start-up: i ‘talent talk’, gli incontri tra studenti universitari e aziende, si realizzeranno con una nuova veste interattiva, una grande area di networking virtuale per conoscere le reali esigenze di lavoro nelle aziende e per conoscere le opportunità professionali nella Motor Valley emiliana.

Stefano Bonaccini, Claudio Domenicali, Andrea Pontremoli.
Stefano Bonaccini, Claudio Domenicali, Andrea Pontremoli.

«Il grande cuore unito alle altissime professionalità e alle radicate capacità artigianali dell’Emilia-Romagna, la forza e lo spirito di squadra della Motor Valley – sottolinea il presidente della Regione Stefano Bonaccini – sono ancora una volta motivo di orgoglio per tutti noi, anche in un momento così delicato e difficile».

Sulla scia il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli

«È importante mantenere fermo l’appuntamento di maggio, pur se in modalità diverse, per dare un segnale forte a tutto il settore. Quest’anno investiamo in termini di promozione su scala nazionale e internazionale, per farci trovare in pole position quando ripartirà anche il turismo».

Motor Valley Fest è realizzato da Regione Emilia Romagna – APT Servizi Emilia Romagna, Comune di Modena, Associazione Motor Valley Development, Meneghini & Associati, con il supporto di Enit, ACI, Anfia, UNRAE sezione veicoli industriali, Autopromotec, Camera di Commercio di Modena, Fondazione di Modena, BolognaFiere, Motorsport Network e finanziato nell’ambito dei Fondi Europei 2014-2020 della Regione Emilia Romagna – Por Fesr. Unicredit è main sponsor dell’evento. Media partner RAI e Wall Street Journal. Attivo il numero verde di Motor Valley Fest 800 069 783 fino al 17 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.

Gianpaolo Annese

Leggi anche: Al Motor Valley Fest digital focus sul futuro post Covid-19 e sull’innovazione nell’automotive

Ultima modifica: 7 maggio 2020