Mostre e monumenti con un clic Tour virtuale lungo la via Emilia

347 0
347 0

Dalle suggestive salite virtuali alle cupole piacentine dipinte da Guercino e Pordenone alla visita street view della Mostra «Fellini 100 Genio Immortale» allestita a Castel Sismondo a Rimini per i cento anni del Maestro riminese, dai video immersivi delle più belle opere del Verdi Festival di Parma alla possibilità di sfogliare virtualmente i codici millenari custoditi nella Biblioteca Malatestiana di Cesena.

Su Motor Valley Fest Digital è possibile andare virtualmente alla scoperta della bellezza della Via Emilia. Proprio sulla storica strada che taglia tutta l’Emilia Romagna, collegando Piacenza a Rimini, sono stati testati e messi a punto alcuni dei bolidi più belli e desiderati della Motor Valley.

Eccellenze di motori e cultura sulla via Emilia

Un patrimonio che vanta una filiera di 17mila imprese con oltre 66mila addetti e un export da cinque miliardi di euro, ma che è in grado di offrire eccellenze anche culturali.

Sul sito di Motor Valley Fest Digital una sezione dedicata permette di andare alla scoperta della Via Emilia. E dei suoi innumerevoli punti di interesse storico-artistico.

Un viaggio cadenzato dalle Città d’Arte emiliano romagnole con i loro territori. Per ognuna di esse sono attivabili tante ‘tips’. La visita interattiva ai monumenti Unesco della città di Modena (Piazza Grande, Cattedrale, Torre della Ghirlandina). E alla millenaria Abbazia di Nonantola. Oppure le foto a 360 gradi dei mosaici paleocristiani di Ravenna, anch’essi Patrimonio Unesco.

Passando per le lezioni di cinema della Cineteca di Bologna, i videoracconti di alcuni dei più amati Cammini per Viandanti e Pellegrini dell’Emilia Romagna e la visita alla mostra ‘Ferrara Ebraica’ allestita all’interno del MEIS. E poi ancora cibo, storia e natura.

Leggi anche: gli eventi a Motor Valley Fest 2020

Ultima modifica: 11 maggio 2020