Atenei e aziende, 6 percorsi di laurea sull’automotive

437 0
437 0

In Emilia Romagna è possibile laurearsi ‘dottori in Formula Uno’.

L’opportunità si chiama ‘MunER (Motorvehicle university of Emilia Romagna) ed è, primo e unico caso in Italia, l’Accademia mondiale per l’automotive, frutto dell’accordo tra quattro università dell’Emilia Romagna (Università di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, Parma) insieme ad Aziende della Motor Valley (Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas, HPE COXA, Magneti Marelli, Maserati, Pagani e Toro Rosso).

La scuola si snoda lungo tre percorsi.

Il primo è ‘Italian Motor Valley Experience’ e ha l’obiettivo di offrire un’esperienza universitaria di 10 giorni, nel cuore della Motor Valley italiana. Rivolta prevalentemente a studenti statunitensi della high school, l’iniziativa si apre anche a ragazzi italiani, europei e di provenienza internazionale, con una buona conoscenza della lingua inglese.

Il secondo corso è l’High School Muner ‘Women in Transport’ e offre a giovani studentesse che abbiano conseguito una laurea triennale in Ingegneria industriale, provenienti dall’Italia o da Paesi europei, due settimane full-immersion di approfondimento nel mondo automotive, Con l’obiettivo di promuovere un avvicinamento al settore dei trasporti delle giovani donne. Superando gli stereotipi di genere.

Il terzo, ‘Future of automotive for intelligent mobility’, si rivolge a laureandi e laureati magistrali, anche iscritti a dottorati.

«Il percorso offre competenze tecniche e trasversali indispensabili nel definire l’evoluzione futura dei veicoli stradali. Spaziando da approfondimenti tecnologici fino alle conoscenze degli aspetti etici e legali». Così lo descrivono i promotori del percorso accademico

Sono sei le lauree magistrali internazionali previste. Con le Aziende coinvolte che mettono a disposizione ambienti, laboratori e strumentazioni di ultima generazione.

Leggi anche: gli eventi a Motor Valley Fest 2020

Ultima modifica: 11 maggio 2020