TomTom offre i suoi servizi di localizzazione su Cloud Microsoft

500 0
500 0

TomTom e Microsoft  annunciano l’ampliamento della loro partnership portando le mappe e i dati del traffico nella moltitudine di scenari di utilizzo dei servizi Cloud Microsoft.

Grazie a questa integrazione più ampia, TomTom diventa provider di dati di posizione per Microsoft Azure e Bing Maps. TomTom a sua volta sta ampliando il suo rapporto con Microsoft con la scelta di Microsoft Azure come proprio provider cloud preferito.

Azure Maps offre API di posizione sicure per fornire un contesto geospaziale ai dati. Il servizio Azure Maps aumenta il valore della piattaforma cloud Microsoft Azure per quelle aziende e sviluppatori che stanno creando soluzioni per l‘IoT, la mobilità, la logistica e il monitoraggio degli asset.

In questo contesto, la fornitura da parte di TomTom dei propri dati e servizi di localizzazione rappresenta una componente importante per andare incontro alle necessità dei clienti nei diversi ambiti di applicazione.

TomTom offre i suoi servizi di localizzazione su Cloud Microsoft

Le parole di Anders Truelsen, Managing Director di TomTom Enterprise

Siamo orgogliosi di questa collaborazione con Microsoft, destinata a offrire ai clienti Microsoft Azure l’opportunità di creare applicazioni che supportino la localizzazione, e non vediamo l’ora di approfondirla ulteriormente via via che estenderemo le nostre tecnologie a una base di utenti sempre più ampia. Siamo entusiasti di essere stati scelti come fornitore di dati di localizzazione per tutti i servizi di Microsoft, inclusi Bing, Cortana, Windows e molti altri prodotti di punta e innovazioni a venire“.

Le parole di Tara Prakriya, Partner Program Manager di Azure Maps e Connected Vehicles

Questa profonda collaborazione con TomTom è molto diversa da qualsiasi altra partnership Microsoft abbia mai avuto prima nell’ambito delle mappe. Il fatto che TomTom conservi i propri servizi sul cloud di Azure porta con sé i loro grafi di dati delle mappe. La realizzazione delle mappe su Azure riduce la latenza per le applicazioni dei clienti, assicurandoci di offrire i dati più aggiornati tramite Azure Maps. In questo modo, clienti Azure di qualsiasi settore finiscono col godere di innumerevoli vantaggi grazie al fatto che sia i loro dati geospaziali e gli analytics, i dati TomTom e i servizi di Azure Maps sono tutti in esecuzione sullo stesso cloud“.

Una moltitudine di scenari di applicazione

Azure Maps abilita per Microsoft una moltitudine di scenari di applicazione in cui è importante la localizzazione. I clienti di Azure possono ora godere di un supporto nativo che spazia dalla creazione di dashboard per la visualizzazione di analytics spaziali in ambito IoT, ai molteplici scenari di applicazione nella mobilità, per lo spostamento dei veicoli.

Ad esempio, in agricoltura, i clienti potranno facilmente monitorare l’utilizzo di sensori agricoli per colture, bestiame, trattori e altro ancora, ottimizzando la produzione.

L’utilizzo dei servizi di routing di Azure Maps supportati da TomTom consentirà una proficua distribuzione delle merci provenienti dai terreni agricoli fino alla vendita al dettaglio, ai ristoranti e alla consegna a domicilio.

L’utilizzo delle mappe e delle informazioni sul traffico più aggiornate offrirà la possibilità di determinare l’intervallo di consegna, ottimizzarne i percorsi e fornire informazioni dettagliate ai clienti.

La fornitura da parte di TomTom delle mappe e delle informazioni sul traffico più aggiornate, in combinazione con i servizi Azure Maps e gli SDK, contribuiranno ad ampliare le applicazioni per le smart city.

L’utilizzo dei servizi TomTom da parte degli SDK di Azure Maps semplificherà il rendering di moltitudini di set di dati provenienti da fonti diverse – come i prezzi dei parchimetri in tempo reale, il traffico in strada, per ridurre l’impronta di carbonio e l’inquinamento acustico e altro ancora, attraverso un’applicazione, basata sulle mappe, realizzata per mostrare informazioni sulla città cruciali per i suoi abitanti.

Ultima modifica: 5 febbraio 2019