L’intelligenza artificiale che ci dice quanto dura la batteria

762 0
762 0

L’industria automobilistica è ormai sempre più orientata verso la produzione di auto elettrificate ed elettriche e vi è dunque molta attenzione e molto impegno nello sviluppo di batterie che siano efficaci ed efficienti. Un aiuto in questo senso arriva dal Massachusetts Institute of Technology (MIT), dalla Stanford University e dal Toyota Research Institute (TRI), che assieme hanno trovato un metodo che utilizza l’intelligenza artificiale per prevedere con precisione la durata della batteria senza dover impiegare anni di test.

PERCHÉ È IMPORTANTE QUESTA NUOVA TECNOLOGIA?

Determinare con anticipo la durata delle batterie è fondamentale: si calcolano così gli anni di garanzia, l’effettiva vita di un veicolo, si possono fornire maggiori informazioni ai clienti e si possono trovare soluzioni ottimali per rendere ancora più efficienti i sistemi di propulsione elettrica. Ma conoscere fino a quando vivrà una batteria richiede un lungo processo di test di carica e scarica che può durare anche anni.

Con il sistema pensato dagli scienziati del MIT, del TRI e di Stanford, invece, si è riusciti a far lavorare l’intelligenza artificiale, facendole calcolare la durata di una batteria con un numero sensibilmente inferiori di cicli di ricarica, risparmiando tempo e aumentando l’accuratezza del test.

COME FUNZIONA

Senza entrare nei dettagli più tecnici, per i quali si può consultare un paper della ricerca pubblicato su Nature Energy, l’intelligenza artificiale viene debitamente “addestrata” con un certo numero di dati base relativi alle caratteristiche delle batterie prese in esame (cali di tensione, capacità di stoccaggio, eccetera). Lavorando su questi dati l’AI è stata in grado di predire l’effettiva durata delle batterie già nei primi 5 cicli di ricarica, con un’accuratezza, dicono i tecnici, del 95%.

EFFETTI SULL’INDUSTRIA DELL’AUTO ELETTRICA

Questo metodo di apprendimento automatico da parte di un’intelligenza artificiale può in prospettiva aiutare ad accelerare la ricerca e lo sviluppo di nuovi progetti di batterie ancora più efficienti. La riduzione dei tempi impiegati per i test si traduce naturalmente in una riduzione dei costi, il che significa rafforzare il mercato delle auto elettriche con prezzi più competitivi per il cliente finale.

Ultima modifica: 1 aprile 2019