La piattaforma modulare Foxconn: dagli iPhone alle auto elettriche

415 0
415 0

Le aziende che si occupano di tecnologia si mostrano sempre più attente al mondo dell’automotive. Uno dei più recenti esempi arriva da Taiwan: la Foxconn, celebre azienda tecnologica che ha nel suo portafoglio clienti marchi come Apple, Microsoft, Amazon o Sony, ha deciso di entrare profondamente nel mercato dell’auto elettrificata. Ha infatti presentato una sua piattaforma modulare appositamente progettata per sviluppare veicoli elettrici.

La piattaforma di Foxconn si chiama MIH ed è adatta alla realizzazione dei più disparati modelli di auto con powertrain elettrico, dalle citycar ai SUV.

Foxconn prevede di proporre la sua piattaforma MIH a più aziende automobilistiche, promettendo una tecnologia open source altamente adattabile a diversi hardware e software. Per Foxconn la MIH è talmente flessibile da poter essere paragonata al sistema operativo Android di Google, notoriamente forse il più malleabile software attualmente in circolazione.

“La nostra visione in Foxconn”, dice Young Liu, presidente della società taiwanese, “è quella di lavorare con i principali clienti di tutto il mondo per creare un sistema interconnesso con tecnologie intelligenti”.

Leggi anche: FCA con Foxconn, partner di Apple, per costruire auto elettriche in Cina

Foxconn, a essere precisi, è già da qualche tempo impegnata sul fronte automotive. L’azienda produce infatti diverse componenti dedicate ai veicoli elettrici, dai motori alle batterie, comprese batterie di nuova generazione allo stato solido, che prevede di commercializzare entro il 2024.

Ultima modifica: 19 ottobre 2020