Jaguar: di serie il sistema che risveglia il conducente

210 0
210 0

Come moltissime case automobilistiche, anche Jaguar si dimostra impegnata nel rendere sempre più sicure le proprie vetture per passeggeri e conducenti. Per questi ultimi, in particolare, la più recente idea è rappresentata dalla tecnologia Driver Condition Monitor, un sistema di serie su tutta la gamma Jaguar in grado di leggere i segnali di sonnolenza del guidatore e di reagire di conseguenza.

Leggi anche: Una Jaguar C-X75 in vendita: l’auto di un nemico di James Bond

La scelta di puntare su questo tipo di tecnologia è dovuta ad alcune riflessioni che i tecnici Jaguar hanno elaborato in base all’osservazione dei ritmi della società moderna e prendendo spunto da alcuni dati provenienti da un paio di ricerche inglesi. Secondo un sondaggio della AA Charitable Trust, per esempio, (condotto su un campione di 20.561 guidatori inglesi) 1 conducente su 8 ha confessato di essersi addormentato al volante della propria auto. I risultati dell’indagine hanno anche rivelato che quasi il 37% dei guidatori inglesi hanno ammesso di essere così spesso stanchi da avere il timore di addormentarsi durante la guida.
Anche i dati provenienti dal rapporto Fitness to Drive 2016 del Parliamentary Advisory Council for Transport Safety (PACTS) hanno evidenziato una situazione da tenere sott’occhio: a quanto pare in Inghilterra il 25% degli incidenti mortali è causato proprio da colpi di sonno.

Leggi anche: Jaguar Land Rover al lavoro su head up display 3D

Il sistema Driver Condition Monitor di Jaguar è stato pensato proprio per affrontare queste situazioni. Si tratta di una tecnologia in grado di rilevare i segnali di sonnolenza del guidatore, avvertendolo per tempo. Il sistema riceve ed elabora migliaia di input provenienti dall’andamento della vettura, dalla pressione dei pedali e dal movimento del volante. Sofisticati algoritmi si occupano di analizzare questa grande quantità di dati per stabilire se il conducente sia o meno in una condizione di affaticamento. Nel caso in cui il sistema si accorga di un possibile stato di sonnolenza del conducente, sul quadro strumenti del veicolo viene visualizzata una tazza di caffè, segnale inequivocabile della necessità di dover fare una pausa.

Edmund King, Director of the AA Charitable Trust, ha dichiarato: “Le statistiche riguardanti i colpi di sonno dei guidatori sono scioccanti, soprattutto quando ci si rende conto che si tratta di un problema sottostimato. Qualsiasi misura in grado di ridurre questo fenomeno, come ad esempio il Driver Condition Monitor di Jaguar, deve essere accolta con favore. L’unica vera cura per la stanchezza è il riposo. Se i guidatori si sentono affaticati o vengono avvisati di una potenziale stanchezza dalla propria auto, devono fermarsi nel luogo più sicuro possibile, bere caffè o bevande contenenti caffeina e fare un pisolino.”

Jaguar propone il sistema Driver Condition Monitor come opzione di serie su tutti i modelli del suo catalogo.

Ultima modifica: 25 novembre 2019