Bosch Road Signature: una nuova tecnologia per migliorare i sistemi di guida autonoma

288 0
288 0

Bosch è da sempre tra le aziende tecnologiche più impegnate nella ricerca di soluzioni innovative dedicate al mondo dell’auto. Una delle più recenti iniziative riguarda i sistemi di guida autonoma. L’azienda tedesca sta infatti studiando e mettendo a punto un nuovo sistema che integra hardware e software già esistenti con i più recenti ritrovati nel campo dell’intelligenza artificiale. Tutto ciò per riuscire a creare una serie di mappe digitali accuratissime che possono essere utili ai sistemi di guida autonoma dei veicoli.

Leggi anche: Bosch electric drive per l’ultimo miglio dei veicoli commerciali leggeri

Il lavoro di Bosch parte dall’acquisizione di Atlatec, azienda specializzata in mappature digitali che ha sviluppato un proprio kit composto da dispositivi e software dedicati alla raccolta di dati ambientali. L’intelligenza artificiale analizza questi dati, arricchendoli con informazioni ancora più precise, come ad esempio i dettagli riguardanti la segnaletica stradale, le caratteristiche strutturali, la maggiore o minore difficoltà delle curve e molto altro. L’intelligenza artificiale risulta dunque in continuo apprendimento, contribuendo a costruire una sempre più precisa mappa virtuale dell’ambiente reale, permettendo all’auto, debitamente accessoriata con avanzati sistemi di guida autonoma, di sapere in ogni momento dove si trova e in quali condizioni.

Tutto questo progetto si chiama Road Signature e prevede anche il contributo delle case automobilistiche, a cui viene chiesta la condivisione dei loro dati, raccolti dai modelli tecnologicamente più avanzati e condivisi nel cloud. Bosch e la sua Road Signature accedono a questi dati e li confrontano e mettono assieme ai propri, potendo così raggiungere un alto grado di precisione nella localizzazione del veicolo. Una volta messo in pratica questo sistema, ogni auto sarà in grado di analizzare l’ambiente attorno con i suoi sensori di bordo e confronterà i risultati con l’immagine dell’ambiente ricostruita dall’intelligenza artificiale Bosch. In questo modo le auto potranno individuare la propria posizione con uno scarto di pochi decimetri. Questa posizione verrà poi presa in carico dai sensori e dai sistemi di comando automatici, permettendo una guida autonoma efficace anche nei casi di scarsa visibilità.

Ultima modifica: 20 settembre 2022