Richard Mille e Mick Schumacher, orologi da corsa

745 0
745 0

Richard Mille, il marchio di lusso di orologi svizzeri fondato nel 1999, arruola Mick Schumacher nella sua famiglia di campioni. Degno erede di un famoso nome della Formula 1, Mick si prepara a guadagnare il suo posto in Formula 2 – l’ultimo ostacolo prima della F1 – sul circuito del Bahrain il 29 marzo.

Richard Mille e Mick Schumacher - Photo credit: ©Renaud Corlouer
Richard Mille e Mick Schumacher – Photo credit: ©Renaud Corlouer

Determinazione e competitività sono le qualità principali che distinguono Mick Schumacher, caratteristiche che ha dimostrato lo scorso anno, quando ha vinto il titolo al Campionato europeo FIA di Formula 3. Mick farà il suo debutto in Formula 2 con Prema Racing sul circuito internazionale del Bahrain la prossima settimana.

Fin dall’inizio, Mick ha consapevolmente ottenuto il suo successo attraverso il duro lavoro e la perseveranza, dimostrando il suo meritato posto nello sport e vantando anche un passato talentuoso come pilota di kart sotto il nome di sua madre, Betsch. Nel 2014 è stato vice campione del mondo di Karting, campionato europeo e tedesco, questa volta sotto il nome di Mick Junior. Il 2015 ha visto il debutto di Schumacher in ADAC Formula 4, la federazione tedesca dei club automobilistici, al Van Amersfoort Racing e l’anno successivo al Prema Powerteam.

Richard Mille e Mick Schumacher - Photo credit: ©Renaud Corlouer
Richard Mille e Mick Schumacher – Photo credit: ©Renaud Corlouer

Ha concluso con un secondo posto il campionato tedesco del 2016 e ha gareggiato contemporaneamente nei campionati italiani di Formula 4 dove, pur non partecipando a tutte le gare, è arrivato secondo.

Obiettivo F1!

L’anno successivo Mick è passato alla Formula 3 e il 2018 ha segnato la sua consacrazione al campionato d’Europa. «Le corse sono un pensiero costante. Ovviamente l’obiettivo è la Formula 1. Il campionato FIA di Formula 2 mi avvicina sempre più al mio sogno», afferma Mick.
Mick ha tutto ciò che gli serve per raggiungere i più alti livelli della Formula 1 e per dare al pubblico la possibilità di inneggiare ancora una volta al nome di Schumacher.

Richard Mille e Mick Schumacher - Photo credit: ©Renaud Corlouer
Richard Mille e Mick Schumacher – Photo credit: ©Renaud Corlouer

Ultima modifica: 29 marzo 2019

In questo articolo