La più vecchia 911 in mostra al Museo Porsche

1472 0
1472 0

Dopo tre anni di restauro, il Museo Porsche ha aggiunto alla sua collezione la più vecchia 911. La vettura sarà la protagonista dell’esposizione “911 (901 No. 57) – A legend takes off“. La mostra aprirà il 14 dicembre per chiudersi l’8 aprile 2018.

La vettura venne prodotta nel 1964, con carrozzeria color rosso. Si tratta di uno dei primi modelli per la produzione di serie della sportiva conosciuta come 901. Cinquant’anni dopo la sua nascita, il museo Porsche ha ritrovato questa vettura. Ora, dopo la restaurazione, è pronta per l’esposizione.

In origine, Porsche aveva pensato alla 901 come successore della 356. Una disputa sui diritti del nome costrinse la Casa tedesca a cambiarle denominazione pochi mesi dopo l’inizio della produzione nell’1utunno del 1964. In questo modo nacque la 911. La vettura esposta è stata ritrovata in un fienile da un programma televisivo che si occupava di recuperare memorabilia e oggetti da collezione.

Non si stava cercando una Porsche, ma nelle ricerche nel fienile ne vennero fuori ben due modelli. Il Museo Porsche, interpellato dalla televisione, scoprì che uno dei due era un raro modello costruito prima che il nome delle serie venisse cambiato. Entrambi i modelli vennero acquistati e ora il Museo ha potuto riempire il vuoto. Quello più vecchio sarà presto in mostra.

La vecchia 911 non era mai stata restaurata al momento del suo ritrovamento. Questo ha dato la possibilità agli specialisti del Museo di ristrutturarla il più possibile simile all’originale in tutte le sue componenti. Il processo ha richiesto tre anni, prendendo le parti necessarie da modelli di quei tempi. Dove è stato possibile sono state mantenute le parti originali.

Ultima modifica: 13 dicembre 2017