E’ nato il Registro 1000 Miglia

1338 0
1338 0

Il “Registro 1000 Miglia” è il progetto nato per censire classificare e certificare le vetture protagoniste della grande epopea delle XXIV edizioni della 1000 Miglia dal 1927 al 1957. Nonché per dichiararne l’eligibilità alla moderna rievocazione.

La certificazione stabilirà un più attuale standard internazionale di storicità dei veicoli. Avverrà grazie a una collaborazione tra 1000 Miglia srl, ACI Storico, FIVA e Museo Mille Miglia. Con lo scopo di garantire una sempre più accurata selezione dei veicoli ammessi alle future edizioni della corsa.

Registro Mille Miglia, tutte le informazioni

E’ un’idea che si concretizza dopo anni di programmazione. A renderlo imprescindibile per la vita della Freccia Rossa sono la sempre crescente quantità di iscrizioni alla corsa. E l’elevato numero di vetture classiche tornate in circolazione dopo attenti restauri. In entrambi i casi, si avverte oggi una maggiore esigenza di chiarezza e certezza su originalità e storicità dei veicoli.

E' nato il Registro 1000 Miglia

Per questi motivi, la prima regola del Registro 1000 Miglia sarà di operare con la massima trasparenza e cautela. Questo presupposto è il fondamento della collaborazione stretta con ACI Storico, ACI Sport e FIVA, la Fédération Internationale des Véhicules Anciens. I sodalizi che a livello italiano  internazionale sovrintendono alla certificazione delle automobili che prendono parte alle manifestazioni storiche.

La costituzione del Registro avrà un importante impatto sul mercato dei veicoli di interesse storico e collezionistico. Le 725 iscrizioni ricevute da tutto il mondo per la 1000 Miglia 2018 testimoniano una rete di scambi – sia tra privati sia tra venditori professionali – che riguarda centinaia di automobili d’epoca poste sul mercato.

Lo “standard 1000 Miglia”

Di quest vetture, spesso si sostiene abbiano corso la 1000 Miglia o siano comunque eligibili per la moderna rievocazione. Anche quando ciò non corrisponde al vero. Tra le funzioni del Registro ci sarà proprio quella di autenticare le vetture, garantendo le transazioni delle vetture che rispondano allo “standard 1000 Miglia”.
In più, la certificazione del Registro 1000 Miglia, garantita anche da FIVA e ACI Storico, comporterà – in positivo – la stabilizzazione del valore della vettura.

Ultima modifica: 22 marzo 2018